Seguici sui Social

Cronaca

Santa Maria la Carità, tentano un cavallo di ritorno ma l’auto è di un carabiniere

Pubblicato

il

Carabiniere

SANTA MARIA LA CARITA’: tentano il “cavallo di ritorno” ma l’auto rubata è di un carabiniere. Un 20enne arrestato e uno denunciato.

L’auto di un maresciallo dei Carabinieri è parcheggiata in strada, lungo via Cannavacciuolo.
E’ lì da qualche ora, nel paese di Santa Maria la Carità dove il militare sta trascorrendo parte della licenza.
Il veicolo rimane in sosta fino a ieri sera. Fino a quando qualcuno forza la portiera e la fa sparire.
Nell’auto nessun indizio che potesse far pensare ad un appartenente alle forze dell’ordine, quindi via libera per il “cavallo di ritorno”.

Un uomo contatta con insistenza il carabiniere, proponendo di sostenerlo nella ricerca e nel recupero del veicolo rubato. Una mediazione da pagare a caro prezzo, 1000 euro in contanti.
Il maresciallo sta al gioco ma appena riaggancia si rivolge ai colleghi della compagnia di Castellammare di Stabia.
E’ così che i carabinieri della stazione di Sant’Antonio Abate e quelli della sezione operativa e radiomobile pianificano una trappola. Il denaro è fotocopiato e piazzato in una busta chiusa.
Decine di carabinieri si posizionano discretamente attorno al luogo dell’incontro, la vittima del furto unica persona ad incontrare gli estorsori.

Nel momento dello scambio di denaro, scattano il piano e le manette.
Arrestato per estorsione Antonio Vitiello, 20enne di Scafati già noto alle forze dell’ordine, denunciato per lo stesso reato il coetaneo che lo aveva accompagnato.
Vitiello è stato portato in carcere, in attesa di giudizio.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.