Seguici sui Social

Cronaca

Spari a Pimonte, arrestato 45enne con un fucile rubato

Pubblicato

il

Fucile

PIMONTE: spari nella vegetazione, Carabinieri arrestano 45enne con fucile rubato. Rinvenute oltre 100 cartucce
I carabinieri della stazione di Pimonte hanno arrestato per detenzione illecita di armi, munizioni e ricettazione Salvatore Somma, 45enne del posto già noto alle forze dell’ordine.
Durante una pattuglia in località Ceppa, i militari hanno sentito chiaramente due spari.
In zona, non lontano dal luogo dove sembravano arrivare le esplosioni, un’utilitaria parcheggiata. Sul sedile anteriore due cartucce di fucile. L’auto era intestata al 45enne e i militari sapevano che non fosse titolare di porto d’armi. Così lo hanno aspettato, nascosti a una ventina di metri di distanza
Prima di riprendere l’auto, Somma ha avvolto il fucile in un foglio di plastica trasparente e lo ha adagiato nel fitto della vegetazione.
Arrivato al suo veicolo, i militari lo hanno fermato e perquisito. Nel jacket che indossava trovate 18 cartucce cal.12 a pallini e nel marsupio 7 cal.12 a pallettoni.
L’arma che aveva nascosto era un fucile Beretta, risultato provento di un furto in abitazione commesso a Praiano.
Nell’abitazione del 45enne, sottoposto ai domiciliari, altre 73 cartucce per la stessa arma.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.