Seguici sui Social

Politica

Terme, ritornano ufficialmente al Comune il parco Idropinico e villa Ersilia

Pubblicato

il

terme

Con decreto trasmesso dalla sezione fallimentare del Tribunale di Torre Annunziata è stato ufficializzato il trasferimento al Comune di Castellammare di Stabia di: Villa Ersilia con annesso locale deposito al seminterrato ed area esterna di pertinenza in Via Vecchio Solaro e complesso Parco Idropinico con annessi fabbricati (Padiglione Termale Idropinico, Centro Congressi e terreni) in Viale delle Terme n. 3/5.

I beni, per un valore complessivo di 3.840.590,47 euro, sono iscritti a Patrimonio comunale a totale soddisfazione del credito concordatario vantato nei confronti di Sint spa in liquidazione come previsto nell’accordo tra il Comune di Castellammare di Stabia, Regione Campania e S.I.N.T. SpA in liquidazione finalizzato alla realizzazione del nuovo Polo Ospedaliero di Castellammare di Stabia nell’area delle Nuove Terme.

Gli uffici comunali hanno avviato tutte le procedure necessarie, di competenza, per raggiungere nel più breve tempo possibile il passaggio sostanziale dei beni e consentire la messa a disposizione della comunità stabiese.

Soddisfazione viene espressa dalla Commissione Straordinaria per la conclusione di una vicenda che ha consentito di mantenere a patrimonio comunale due importanti beni che contribuiranno allo sviluppo economico e sociale del territorio

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.