Cronaca

Castellammare. Via Ripuaria allagata, intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

il

FacebookTwitterWhatsAppTelegramShare

Castellammare di Stabia. Ancora disagi a via Ripuaria a causa dello straripamento del fiume Sarno dopo la copiosa pioggia che si è abbattuta e che continua a cadere in città. Per motivi di sicurezza la strada di collegamento a Castellammare e Torre Annunziata è stata chiusa, sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco a seguito delle chiamate di tanti residenti del posto. Intanto è in corso l’allerta meteo emanata dalla protezione civile della regione Campania. La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di criticità meteo per piogge e temporali con criticità idrogeologica Gialla sulla fascia costiera e, in particolare, per le zone 1,3,5,6,8. (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 4: Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento).
A partire dalla mezzanotte e per l’intera giornata di domani si prevedono in queste aree Precipitazioni sparse, localmente anche a carattere di moderato rovescio o temporale con possibili raffiche di vento nel corso dei temporali. Tale scenario potrebbe determinare fenomeni di dissesto idrogeologico localizzato come “Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc)”. Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i piani comunali di protezione civile. Si raccomanda altresì di monitorare le strutture esposte alle sollecitazioni del vento.CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Leggi anche