Seguici sui Social

Politica

Operai AmTecnology contro privilegi e diseguaglianze, il Pd: “Garantire serenità in azienda”

Pubblicato

in

Amtencology


. “Raccogliamo il grido di allarme di una sigla sindacale della AM Tecnology per affermare una seria preoccupazione circa il normale servizio di pulizia della città. Nella missiva della organizzazione sindacale si fa esplicito riferimento ad una interlocuzione privilegiata di una organizzazione sindacale rispetto ad altre in ordine alla organizzazione del lavoro nonché agli emolumenti di spettanza ai lavoratori. Affermiamo la nostra contrarietà rispetto a privilegi e eventuali discriminazioni nella gestione e nel rapporto tra azienda – Sindacato. Auspichiamo l’immediato ripristino di una eguale e paritaria gestione del rapporto interno che rappresenta un elemento indispensabile al fine di tenere alti ed efficienti i parametri e la qualità del servizio in città. In particolar modo in questo periodo laddove si paventa difficoltà su tutto il territorio regionale non ci possiamo consentire disservizi, allo stato certamente non imputabili ai lavoratori. È evidente che terremo monitorato questo tema nella convinzione che l’azienda porrà ad horas fine ad ogni sorta di discriminazione sindacale e che, pertanto, resterà assicurato il servizio, già tra mille difficoltà, su tutto il territorio cittadino”. A dirlo in una nota il Partito Democratico di Castellammare di Stabia. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Covid, Patriarca (FI): lockdown è fallimento, ma pronti a collaborare

Pubblicato

in

«Il blocco annunciato nelle scorse ore dal governatore della Campania, denuncia il fallimento totale sul fronte sanitario». Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «Un fallimento – ha continuato la forzista -, in primis, relativo alla capacità di prevenire la diffusione del virus, perché quando potevano rallentare, e aumentare i controlli, per paura che il clima di allarme potesse intralciare le elezioni, è stato fatto nulla o molto poco. D’altro canto non ci si può accorgere solo oggi, quando la situazione è diventata drammatica sul versante dei contagi, che manca il personale sanitario, che c’è carenza di posti letto Covid, che gli ospedali non riescono a garantire percorsi sicuri e tornano a essere primi luoghi di contagio». «C’è innegabilmente – ha sottolineato Patriarca – un vulnus di programmazione, perché chi, nei mesi precedenti doveva provvedere a scongiurare la crisi, non lo ha fatto. Se oggi, di fronte a questi numeri drammatici, drammatici come le carenze sanitarie, la chiusura totale diventa l’unica soluzione, c’è seriamente da preoccuparsi». «Prima di arrivare a questo, ci sarebbe stato bisogno di una concertazione, un confronto con l’opposizione, per trovare soluzioni alternative. E per condividere pure una serie di responsabilità, perché noi dell’opposizione non ci siamo mai sottratti, né ci sottraiamo alla collaborazione, soprattutto in questi momenti». «Non si può nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi, e negare che nei mesi precedenti ci sia stato un fallimento. Ciononostante, siamo pronti a collaborare con la maggioranza chiedendo di essere coinvolti nelle decisioni, mettendo a disposizione le nostre competenze. E dando una mano a trovare risorse anche da altre parti. Mi riferisco al settore privato: concentriamoci sulle modalità attraverso le quali il privato possa supportare il pubblico. A tal proposito, visto che i laboratori privati accreditati hanno avuto il via libera per il primo tampone, si potrebbe dare a questi la possibilità di completare l’intero iter, delegando loro anche i restanti step». «Contestualmente alla situazione sanitaria, bisogna intervenire anche sul fronte economico. Migliaia di famiglie rischiano un ulteriore impoverimento, che porterebbe immediatamente al tracollo. Aderiamo, in questo senso, alla proposta nazionale di Forza Italia, di bloccare il pagamento dei fitti, delle utenze, di tutto ciò che in questo momento contribuisce a rendere più tragica la situazione», ha detto ancora Patriarca. Che ha concluso: «Bene ha fatto Stefano Caldoro ad aderire al tavolo di concertazione con De Luca e gli altri componenti dell’opposizione, per portare anche il nostro punto di vista e il nostro contributo. E trovare così una soluzione a questa gravissima criticità che attanaglia la nostra terra», ha concluso la capogruppo azzurra.

Continua a leggere

Trending