Il Pd commissaria Castellammare, ora inizia la grande fuga verso il partito di Renzi

PD-Castellammare

Non poteva essere altrimenti per salvare almeno la faccia e non far ripiombare il Partito Democratico stabiese tra le ombre della criminalità organizzata. Il Pd napoletano commissaria il circolo di Castellammare, all’indomani delle dimissioni del reggente Costantino Aitra, dopo aver assistito al tentativo di gonfiare il tesseramento con l’aggravante della presenza di un personaggio noto alle cronache giudiziarie e alle ultime indagini antimafia. Un nome su tutti ha destato sospetto martedì sera nella sede dem di Corso Vittorio Emanuele: Giorgio Amodio, ex segretario dei Repubblicani, che assieme a un gruppo di persone avrebbe tentato l’infornata di tessere nell’ultimo giorno utile per i nuovi iscritti. Un totale di 85 tessere portate in dote con molta leggerezza. Un numero di tessere che avrebbe consentito di avere la maggioranza relativa del partito. Infatti, da settembre a ieri, il Pd stabiese aveva raccolto circa 200 adesioni.

IL RAMMARICO DEI SIMPATIZZANTI

«Abbiamo cercato in tutti i modi di allontanare le solite logiche delle tessere a pioggia – spiega un dirigente del Pd stabiese che non ha voglia di parlare pubblicamente dopo il caso scoppiato – Tessera dopo tessera abbiamo atteso che i simpatizzanti venissero spontaneamente per sottoscrivere l’adesione. Ogni week end ci abbiamo messo passione e idee per arrivare all’obiettivo di non avvelenare i pozzi. Invece qualcuno c’è riuscito, decretando la fine di una ricostruzione del Partito Democratico. Adesso diamo la sponda a chi già era indeciso se seguire Renzi o meno».

LA GRANDE FUGA

Ora il rischio è proprio la grande fuga dal Pd stabiese. Chi finora era indeciso se seguire Renzi oppure continuare a combattere all’interno dei Dem, ora potrebbe non avere più dubbi. Quindi si profila una migrazione di massa e per l’ennesima volta il Partito Democratico di Castellammare si ritroverà ad affrontare una rifondazione.

IL COMMISSARIAMENTO

E’ stato il commissario dem di Napoli ad annunciare il provvedimento e l’invio di un commissario per il circolo di Castellammare: «Alla fine del mese di novembre – afferma il commissario Pd di Napoli Michele Meta – si svolgeranno i congressi dei circoli del Pd di Napoli e provincia. Da diverse settimane è in atto la fase di tesseramento che si sta svolgendo in modo ordinato, sereno, trasparente, nel rispetto delle regole statutarie. In ogni circolo, i comitati per il tesseramento stanno lavorando con grande attenzione e nel rispetto del regolamento congressuale».

«Nel circolo di Castellammare di Stabia, nella giornata del 5 novembre – prosegue Manca – alcuni organi d’informazione locale, hanno ricostruito fatti che violerebbero le nostre norme statutarie. In questo quadro di incertezze e di forti tensioni, per tutelare il partito, lo forze sane che contribuiscono alla vita democratica del circolo locale, l’immagine della nostra compagine politica, ho deciso, a seguito delle dimissioni del reggente della sezione, d’intesa con il segretario regionale Pantaleone Annunziata, di commissariare il circolo locale di Castellammare di Stabia».

DANIELE DI MARTINO