Juve Stabia, l'”Equilibratore” Simone Calvano a disposizione di mister Caserta

Il campionato di Serie B è fermo per la pausa delle nazionali ed è tempo di effettuare un mini bilancio anche per la Juve Stabia. Uno dei protagonisti assoluti di questo primo scorcio di stagione è stato sicuramente uno dei nuovi acquisti Simone Calvano. Il centrocampista gialloblu’, acquistato in prestito dall’Hellas Verona nell’ultimo sessione di calciomercato, si sta rivelando sempre più fondamentale per gli schemi di mister Fabio Caserta. Che sia il solito 4-3-3, il 3-4-3 o il 3-5-2 Calvano gioca sempre un ruolo importante. Un vero e proprio equilibratore, bravo a rompere il gioco avversario ma nello stesso tempo intelligente a far ripartire l’azione offensiva grazie all’aiuto di Calò, Carlini o Mallamo. Senza dubbio il classe 1993 si piazza nella top 3 dei migliori acquisti della Juve Stabia.

LA CARRIERA. Simone Calvano nasce calcisticamente nell’Atalanta, fino a quando nel 2010 viene acquistato dal Milan. Con i rossoneri debutta, nel gennaio 2012, anche in Coppa Italia sostituendo il brasiliano Robinho. Dal Milan passa al Verona per poi girovagare in prestito, prima nel San Marino e poi in tante società di Serie C per trovare spazio in campo. Dopo anni di prestiti nel 2017 ritorna alla base, ma nell’Hellas almeno inizialmente non c’è spazio. Solo grazie all’infortunio del compagno Zaccagni rientra in lista e debutta prima in Coppa Italia nel derby contro il Chievo e poi in Serie A nel match contro la Spal. Nei mesi successivi i suoi minuti in campo con i veneti aumentano sempre di più ma la sua avventura in gialloblu’ si arresta nuovamente: a gennaio 2019 viene acquistato prima dal Padova e poi ad agosto, sempre in prestito dalla Juve Stabia.

La sua nuova avventura è iniziata nel migliore dei modi con prestazioni importanti e il gol contro il Pordenone. Il suo obiettivo è quello di salvare la formazione campana per poi puntare alla Serie A, ma questa volta da protagonista.

CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA STABIANEWS