Seguici sui Social

Cronaca

Coronavirus, concessi gli arresti domiciliari ad Alfonso Cesarano il “re dei funerali”

Pubblicato

il

ALFONSO-CESARANO


. Domiciliari per . Il “re dei funerali” è finito in carcere lo scorso perchè destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito di un’inchiesta su presunti rapporti con la Camorra. Nella giornata di oggi Cesarano ha ricevuto la concessione degli arresti domiciliari. Su di lui pende un processo per trasferimento di valori, estorsione aggravata dal metodo mafioso e favoreggiamento al Clan D’Alessandro. E’ accusato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di essere stato il regista, nonostante le interdittive antimafia, dell’azienda di onoranze funebri di famiglia. Azienda poi finita sotto l’amministrazione giudiziaria. Gli arresti domiciliari sono frutto dello “svuota carceri” contenuto del decreto Cura Italia varato in occasione dell’emergenza sanitaria dovuto al nuovo Coronavirus. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Cronaca

Strage di Alcamo, il ricordo dei carabinieri uccisi. Uno era lo stabiese Apuzzo

Pubblicato

il

Il ricordo dei due carabinieri vittime di un agguato mentre erano in caserma

Ricordate dai carabinieri le vittime della Strage di Alcamo Marina di 45 anni fa. In quella notte del gennaio del 1976 il diciannovenne Carmine Apuzzo, originario di , entrato nelle fila dell’Arma da appena un anno e l’appuntato Salvatore Falcetta, trentacinquenne di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno da malviventi che si introdussero nello stabile della casermetta “Alkamar” dopo aver forzato la porta mediante con la fiamma ossidrica. I due militari furono crivellati di colpi mentre dormivano.La scoperta avvenne all’alba, quando gli uomini della scorta dell’allora segretario del Msi Giorgio Almirante, nel transitare lungo la strada statale che costeggia la località turistica, notarono la porta della caserma completamente divelta: all’interno i corpi dei due carabinieri.

Continua a leggere