Seguici sui Social
PUBBLICITA


Politica

Arriva il semiconvitto per minori a rischio. Nastelli: “Accolta la mia proposta”

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Ecco il semiconvitto per minori a rischio. Ad annunciarlo è il consigliere di opposizione Giovanni Nastelli: “Ringrazio il consiglio comunale per aver supportato la mia proposta, attraverso la variazione di bilancio, per l’istituzione del semiconvitto in città. Il semiconvitto, tecnicamente definito centro sociale polifunzionale, è un servizio articolato in spazi multivalenti, che si colloca nella rete dei servizi sociali territoriali.
Offre possibilità di aggregazione finalizzata alla prevenzione di situazioni di disagio attraverso proposte di socializzazione tra minori e di identificazione con figure adulte significative attraverso l’accoglienza fin dalle prime ore del mattino, colazione, servizi scolastici, pranza, doposcuola e nel tardo pomeriggio riaccompaganmento presso le loro abitazioni. Il centro svolge le proprie attività per un minimo di 4 e fino a 10 ore giornaliere. Il Centro diurno polifunzionale è caratterizzato da una pluralità di attività ed interventi che prevedono lo svolgimento di funzioni quali l’ascolto, il sostegno alla crescita, l’accompagnamento, l’orientamento. Il Centro pianifica le attività in base alle esigenze e agli interessi dei minori a rischio, valorizzandone il protagonismo. Il Centro può organizzare, a titolo esemplificativo, attività sportive, ricreative, culturali, di supporto alla scuola, momenti di informazione, vacanze invernali ed estive, somministrazione pasti, in relazione agli orari di apertura. Esprimo riconoscenza infine all’assessore e al dirigente di settore per la loro condivisione”.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Operatore ecologico ucciso dal Covid, ma il Comune non dichiarò alcun contagio

Avatar

Pubblicato

il

Operatore ecologico di Castellammare ucciso dal Covid, ma per il Comune non c’erano contagi tra i lavoratori della nettezza urbana. A sollevare il caso è Andrea Di Martino, capogruppo di Italia Viva, in seguito alla risposta dell’assessore Scafarto a un’interrogazione del consigliere comunale: «Il giorno 5 novembre ho presentato una interrogazione al sindaco e all’assessore Scafarto per sapere se la situazione di contagio nell’azienda della igiene urbana di Castellammare era monitorata. L’altro ieri l’assessore mi risponde dicendo che era tutto ok e che non c’era manco un positivo. Ieri, secondo quanto oggi scrive Metropolis, è deceduto un dipendente affetto da Covid. Oltre la rabbia per la preoccupante approssimazione con cui si affronta la sicurezza nostra, l’ira per la mancanza di considerazione per il ruolo di Consigliere Comunale che cerca di dare un apporto positivo, in una fase difficile come questa. Chi tutela noi ed i lavoratori di Am Technology? Non voglio fare il populista ma questa azienda non può diventare oggetto di discussione solo quando ci sono da fare assunzioni».

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending