Seguici sui Social



Politica

Divorzio con Casillo e appoggio a Fiola-Manfredi, ma Iovino resta nel Pd

Pubblicato

il

Iovino-Castellammare
PUBBLICITA


Il consigliere comunale del Partito Democratico da sempre vicino a Mario Casillo sosterrà la coppia Fiola-Manfredi alle elezioni regionali in Campania

“Abbiamo scelto il PD come la nostra casa di sempre e, coerentemente, abbiamo scelto di sostenere chi come noi il territorio lo coltiva quotidianamente nelle diverse realtà rafforzando i rapporti umani oltre che politici – lo scrive il democratico Francesco Iovino – Abbiamo scelto una discontinuità con il passato in coerenza con una visione politica nazionale e regionale capace di dare un contributo concreto al nostro territorio su temi di rilevanza strategici come lo sviluppo economico e la cura della Sanità Pubblica che ha necessità di una urgente azione di rilancio non solo del
nostro glorioso San Leonardo ma anche di tutte le realtà e i presidi ospedalieri che attraversano l’azienda Asl Napoli 3 Sud. In tempo di emergenze sanitarie come quella che stiamo vivendo in questi terribili mesi, non è accettabile nè tollerabile assistere passivamente a scellerate scelte politiche condizionate da interessi di parte tese ad avvantaggiare solo alcuni a discapito di tutto il territorio. Abbiamo scelto per questo la discontinuità, l’innovazione, le capacità politiche e umane, scegliendo di sostenere al Consiglio Regionale l’ on Bruna Fiola e l’on Massimiliano Manfredi. Due figure di grande esperienza, coerenti ed affidabili impegnate nelle battaglie nella lotta all illegalità fino al sostegno delle fasce piu deboli. A loro abbiamo chiesto di sottoscrivere un impegno preciso e costante per il nostro territorio. Pertanto, con umiltà e determinazione chiediamo di sostenerci in questa battaglia e di votare e far votare al Consiglio Regionale per le elezioni del 20 e 21 Settembre 2020  Bruna Fiola  e  Massimiliano Manfredi con De Luca Presidente”.


Politica

Cimmino, il sindaco di Forza Italia che elogia il PCI: È stato un grande partito

Pubblicato

il

Una grande storia. Una grande tradizione. Insomma, il Partito Comunista è stato un grande partito. Parole che, a sentirle da un sindaco di Forza Italia con un passato da segretario Pd, hanno una valenza maggiore. E magari suscitano anche qualche critica dei partiti di centrodestra.
Gaetano Cimmino ha comunque voluto ricordare la nascita, nel giorno del centenario, del Pci. E qualche buontempone non ha perso tempo ad immortalarlo al fianco della bandiera rossa con falce e martello.

Un intervento inusuale o quantomeno inaspettato:“Il Partito Comunista è l’espressione di una storia politica che ha segnato le tappe del percorso democratico e sociale dell’Italia e della nostra città – dice il sindaco Cimmino – Nel centenario della sua nascita, ci tengo a ricordare quel dibattito politico tra i partiti che ha animato le piazze, che è entrato nelle case dei cittadini, che ha ispirato le istituzioni democratiche, al di là delle divergenze ideologiche. Un dibattito tenuto vivo dal Partito Comunista a Castellammare nella storica sede di corso Vittorio Emanuele, fucina di politici e intellettuali.

Rinnovare e conservare la memoria e il ricordo assume una maggiore valenza in questa fase storica in cui la crisi dei partiti ha lasciato sempre più spazio ai personalismi. Ed oggi, più che mai, abbiamo il compito di adoperarci per fare in modo che i partiti tornino ad appropriarsi del proprio ruolo e a dialogare in modo costruttivo con i cittadini, per ricostruire il rapporto tra il popolo e le istituzioni”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere