Seguici sui Social

Ultime Notizie

Minacce al Sindaco Cimmino e alla Polizia Municipale, Franco Cascone: “Sono sconvolto. Confido nella giustizia e nel suo operato”

Pubblicato

in



Castellammare di Stabia. Intimidazioni ed insulti al Sindaco Cimmino e al corpo di polizia municipale della Città delle Acque. Questo è quanto si è consumato negli ultimi giorni sul profilo facebook del Primo Cittadino, le cui cause possono essere imputate alla crescita dei controlli fatti in città concernerti la giusta osservanza dell’ultima ordinanza comunale che prevedeva l’obbligo della mascherina in tutti i luoghi pubblici, aperti al pubblico, ed anche all’aperto fino al 23 agosto 2020 e la chiusura di tutti gli esercizi commerciali e pubblici esercizi alle ore 2 di notte. La prima minaccia è giunta privatamente a Cimmino: “Uomo di m… hai fatto multare un vecchietto  di 68 anni ti verremo  a prendere. Per voi una morte lenta. Ti veniamo a prendere”, riferendosi molto probabilmente alle multe di circa 400 euro inflitte nei giorni scorsi a 4 persone che circolavano in strada senza i dispositivi facciali di protezione. A rincarare la dose è stato poi un commento intimidatorio rivolto direttamente ai vigili urbani fatto durante una diretta facebook: “Bisogna mandarli davanti ad un fuciliere e fucilarli tutti a testa in giù. Come Mussolini”. Episodi gravissimi che il Sindaco ha subito denunciato alla polizia postale per tutelare se stessi e i suoi agenti municipali.

Pronti i messaggi di solidarietà al Primo Cittadino stabiese da parte di amministratori dei Paesi limitrofi: “Sono sconvolto per aver appreso che il sindaco di Castellammare, Gaetano Cimmino, sia stato minacciato di morte attraverso i social da alcuni haters. Confido nella giustizia e nel suo operato – commenta il Vice Sindaco di Santa Maria la Carità Franco Cascone – La politica è una cosa seria, ma ancora di più lo è la vita delle persone. A prescindere dagli schieramenti politici e dalle idee, il rispetto per l’uomo, che solo dopo é istituzione, viene prima di tutto. Forza Gaetano, non fermarti e continua a lavorare per la sicurezza della città – continua il neo candidato alle prossime elezioni regionali nelle file di Forza ItaliaIo sono con te, con i Vigili Urbani che fanno il loro dovere e con la Castellammare delle persone perbene”. 

Politica

Piano traffico, l’Ascom lancia il referendum: “Saranno i cittadini a decidere”

Pubblicato

in

“Saranno i cittadini a decidere, non vogliamo essere etichettati”. L’Ascom, l’associazione commercianti, lancia una sorta di referendum sul piano di mobilità entrato recentemente in vigore con i primi cambi di sensi di marcia. Da domenica inizia anche la Ztl nel centro cittadino. ma sono tante le proteste.
“L’Ascom-Confcommercio di Castellammare di Stabia – si legge in una nota -, per il bene della Città e nell’interesse dei propri Soci, ha già espresso il proprio punto di vista e manifestato forti perplessità rispetto al nuovo piano traffico, trasmettendo una serie di comunicazioni ufficiali all’Amministrazione comunale già a partire dallo scorso mese di luglio, a seguito dell’incontro di presentazione svoltosi presso il Palazzetto del Mare. L’Associazione, con spirito costruttivo, ha offerto alla collettività e all’Amministrazione la massima collaborazione partecipando alla stesura delle linee guida del PUC (Piano Urbanistico Comunale), contenente le indicazioni di indirizzo del PUM (Piano Urbano della Mobilità), approvate in Consiglio comunale, che sono state realizzate insieme ai professionisti e alle associazioni dell’amministrazione condivisa. Purtroppo non siamo stati ascoltati, le nostre indicazioni sono state ignorate e non c’è stato il confronto preventivo più volte promesso dall’Amministrazione”.
Da qui l’idea di una sorta di referendum popolare: “A questo punto, lasciamo che siano i cittadini tutti ad esprimere il proprio parere non volendo essere strumentalizzati, né etichettati come quelli che intendono ostacolare lo sviluppo della città.
È doveroso precisare, inoltre, che il provvedimento adottato a Castellammare è in controtendenza rispetto a quanto si sta verificando in altre città dove si stanno adottando misure di contenimento dell’emergenza sanitaria – in linea con le indicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri – che prevedono la riapertura delle ZTL. Tuttavia ci riserviamo di intraprendere azioni a tutela dei nostri associati qualora non si ponga rimedio a questa disastrosa situazione nel più breve tempo possibile”.

Continua a leggere

Trending