Seguici sui Social

Politica

Elezioni in Campania, i candidati al consiglio regionale

Pubblicato

in



E’ in corso da ieri il deposito delle liste dei candidati che si sfideranno alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale in Campania il 20 e 21 settembre. 

Depositate nella giornata di ieri le candidature alla presidenza di Vincenzo De Luca (Pd), Valeria Ciarambino (M5s), Giuliano Granato (Potere al Popolo), Sergio Angrisano (Terzo Polo) e di Stefano Caldoro (coalizione centrodestra). A sostegno della candidatura del governatore uscente Vincenzo De Luca (Pd) sono state presentate 10 le liste: il Pd, con capolista Giordana Mobilio, ricandida tutti i consiglieri uscenti cui si aggiunge Massimiliano Manfredi, fratello del Ministro della Ricerca e Università; il PSI con capolista Michele Tarantino; PER – per le persone e la comunità che schiera come capolista Gianluca Guida, direttore dell’Istituto di pena minorile di Nisida; + Campania in Europa con capolista Carolina Persico; Democratici e progressisti con De Luca Presidente che punta sulla capolista Piera Violante Ruggi D’Aragona; Campania Libera che ha candidato come capolista Erminia Mazzoni, prima nel Pdl e dal 2015 sostenitrice di De Luca. In lista anche la consigliera Flora Beneduce eletta nel 2015 con FI e Pina Tommasielli che dal 2011 al 2013 è stata assessore al Comune di Napoli con de Magistris; la lista De Luca Presidente sceglie come punta di diamante l’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini e candida anche il consigliere comunale di Napoli Diego Venanzoni ex Pd; la lista di Centro Democratico. Per De Luca scende in campo anche Italia Viva che sceglie la capolista Giada Filippetti, 27 anni imprenditrice, e che candida anche due ex sostenitori del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: il consigliere comunale di Napoli, Gabriele Mundo, e il presidente della Municipalità Vomero-Arenella, Paolo De Luca. Ok anche alla lista che fa riferimento a Clemente Mastella, ‘Noi Campani’ che candida capolista Luigi Santini, docente universitario, e il.presidente di Edenlandia, Gianluca Vorzillo.
Depositata anche la lista del Movimento 5 stelle a sostegno della candidatura alla presidenza di Valeria Ciarambino che è anche capolista e che schiera tutti i consiglieri uscenti. Per la coalizione di centrodestra a sostegno del candidato, Stefano Caldoro, depositata la liste di Fratelli d’Italia che è composta da esponenti politici di lungo corso come l’ex europarlamentare Rivellini, il consigliere comunale di Napoli, Marco Nonno e l’ex consigliere regionale Pietro Diodato. Per il centrodestra anche la lista Identità regionale macroregione Sud con capolista Antonio Parente. In Forza Italia candidato capolista e’ il consigliere uscente Ermanno Russo. A comporre i 27 candidati anche l’ex capo ultrà del Napoli Gennaro Montuori ‘Palummella’ e l’attrice Giovanna Ferrari. Potere al Popolo a sostegno del candidato presidente Granato, punta su operai come la capolista Nunzia Amura, operaia in Alenia Leonardo, su attivisti impegnati in favore dei migranti e rifugiati ma anche su delusi dal M5s come Marco Menna e Clementina Sasso. Depositata anche la lista Terzo Polo che sostiene il candidato presidente Sergio Angrisano.

Potere al Popolo, candidato presidente Giuliano Granato
Per la Provincia di Napoli: Giuliano Granato, Mariema Faye, Marco Manna, Clementina Sasso, Marzia Pirone, Gennaro Tesone, Fabio Tirelli, Franco di Mauro, Alban Hila,  Christian De Luca, Stefania Salomone, Sara Tesoriero, Nunzia Amura, Laura Lombardi, Gabriella Luise, Luigia Atripaldi, Ornella De Filippo, Mirko Di Bernardini, Andrea Lenzi, Raffaele Moccia, Salvatore Mollo, Rosa Diaspro, Michele Maddaluno, Domenico Cordone,  Maria Pia Parrella, Salvatore Urciuolo, Maria Pia Zanni.
Per la Provincia di Salerno:  Giuliano Granato, Nicola Catania, Marco Manna, Clementina Sasso, Mariema Faye, Pio Antonio De Felice, Adelaide Sara Cavallo, Benedetto De Maio,  Filippo Isoldi.
Per la Provincia di Caserta: Francesco Schettino, Ernesto Rascato, Iolanda Albrizio, Claudia Castellano, Michela Frate, Fatima Kabli, Michele Oliva, Antonio Mariano Tinto.
Per la Provincia di Avellino. Giuliano Granato, Luigia Atripladi, Marzia Pirone, Francesco Schettino.
Per la Provincia di Benevento. Marcello Giulianini, Ivana Ibelli.

IN AGGIORNAMENTO

Politica

Caos traffico, l’opposizione prende le firme: consiglio comunale aperto ai commercianti

Pubblicato

in

Di Martino

Un consiglio comunale aperto ai commercianti. L’opposizione prende le firme per portare l’amministrazione Cimmino sul banco degli impuntati e metterla a confronto con i cittadini. L’annuncio diffuso dalla nota di Andrea Di Martino, Eutalia Esposito, Francesco Nappi, Laura Cuomo e Giovanni Nastelli: “La citta è piombata nel caos. Il nuovo Piano della mobilità si sta attuando attraverso veri e propri blitz, incertezze, approssimazioni e polemiche, per non dire “col favore delle tenebre”. Un piano che dovrebbe essere condiviso e partecipato, sta diventando un guazzabuglio. Provocando anche tensione e crisi nello stesso corpo di Polizia Municipale. Non è la strada giusta questa. Un piano di questa portata va applicato ascoltando la città, le categorie, le associazioni i sindacati. Va concordato e partecipato. Non può divenire un braccio di ferro, o peggio, campagna elettorale, attraverso improvvisi e furbetti blitz, tipo quello con cui si è chiusa piazza Giovanni XXIII”.
Da qui la decisione dell’opposizione: “È per queste ragioni che stiamo procedendo ad una raccolta delle firme necessarie per portare la discussione in un consiglio comunale, dove gli stakeholder (rappresentanze cittadine) possano intervenire e contribuire.
Facciamo appello a tutti i consiglieri comunali affinché firmino la richiesta di convocazione e si schierino dalla parte dei cittadini.
Il testo è a disposizione di tutti per modifiche o integrazioni. Intendiamo raggiungere le firme necessarie secondo lo statuto velocemente, ci auguriamo che sia la proposta di tutti, specie dei consiglieri comunali che vogliono correggere quanto in questi giorni l’amministrazione sta attuando, senza un minimo di programmazione e condivisione. Il Piano urbanistico della mobilita urbana deve essere discusso in un consiglio comunale aperto”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending