Seguici sui Social

Cronaca

Mascherine fuorilegge sequestrate a Gragnano, Pompei e Santa Maria la Carità

Pubblicato

in



Più di ventimila mascherine e 22 tute ”protettive” realizzate senza alcuna autorizzazione.

Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di tre distinti interventi, ha sottoposto a sequestro, tra Gragnano, Pompei, Santa Maria la Carità e Casalnuovo 29mila mascherine facciali, con istruzioni in sola lingua inglese o cinese e prodotte senza alcuna autorizzazione ministeriale, insieme a 22 tute pseudo protettive. Nel corso della prima operazione le Fiamme Gialle della Compagnia di Castellammare di Stabia hanno controllato un’attività di commercio all’ingrosso di articoli medicali di Gragnano all’interno della quale erano esposte 100 mascherine FFP2, prive delle istruzioni per l’uso in lingua italiana e carenti dei requisiti previsti per quel livello di sicurezza.

Le attività si sono poi estese a Pompei, al deposito della stessa società, dove sono state scoperte ulteriori 21.500 mascherine della medesima tipologia. I dispositivi sono stati sottoposti a sequestro e il rappresentante legale, un 51enne di Potenza, è stato sanzionato per violazioni al Codice del Consumo. Gli stessi finanzieri, nel corso di una seconda operazione, hanno riscontrato che una società operante nel settore del commercio al dettaglio di prodotti via internet con sede a Santa Maria La Carità aveva messo in vendita 2.800 mascherine sulle cui confezioni erano riportate solo scritte in lingua cinese ed inglese. Anche in questo caso il materiale è stato sottoposto a sequestro e il titolare, un 46enne del luogo, è stato sanzionato per violazioni al Codice del Consumo, poiché i dispositivi erano privi delle obbligatorie indicazioni e delle avvertenze per il consumatore in lingua italiana. Infine le Fiamme Gialle della Compagnia di Casalnuovo di Napoli hanno sequestrato, nel corso di un controllo nei confronti di un ambulante, 4.500 mascherine e 22 tute protettive prive di certificazione e di ogni garanzia di protezione per il consumatore. Sanzionato un 40enne di Casalnuovo di Napoli per esercizio abusivo di attività commerciale.

Pubblicità

Cronaca

Covid, a Santa Maria la Carità nuove restrizioni. Il Sindaco: “Situazione grave, invito le attività ad anticipare la chiusura”

Pubblicato

in

Il sindaco di Santa Maria la Carità dispone la chiusura delle piazze e delle strutture sportive

Santa Maria la Carità. Nuove restrizioni in arrivo a Santa Maria la Carità dove il Sindaco ha fatto sapere, dopo una riunione del Centro Operativo Comunale, che ci saranno nuove restrizioni fino al 15 di novembre. Il Sindaco Giosuè D’Amora, parlando di «situazione grave» ha chiesto a tutte le attività commerciali di chiudere alle 19.30 fatto salvo quelle che lavorano con asporto e delivery.
L’ordinanza firmata da D’Amora prevede:
1) la Chiusura delle piazze Comunali, (dalle ore 18.00) fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti ed alle abitazioni private;
2) la chiusura del parco pubblico in piazza;
3) la chiusura dello Stadio Comunale e della tensostruttura con la sospensione di ogni attività sportiva;
4) la chiusura delle strade di accesso al cimitero comunale e della zona Pip dalle ore 18;
Inoltre fa sapere il primo cittadino che ha previsto «nel periodo della commemorazioni dei morti il cimitero Comunale non dovrà contemporaneamente contenere più di 90 visitatori, con indicazioni al personale di far rispettare altresì all’interno le norme di distanziamento». Nell’ordinanza sono presenti anche raccomandazioni che come specificato dalla fascia tricolore «consistono in inviti e non obblighi» con riserva di applicare, qualora se ne presenti la necessità, anche ulteriori misure.
1) INVITO ALLA CHIUSURA DI TUTTE LE ATTIVITÀ COMMERCIALI Alle ore 19.30, con eccezioni di quelle che lavorano con asporto e delivery;
2) INVITO a tutti i genitori di non permettere l’accesso dalle ore 18.00 in strade e luoghi pubblici di tutti i figli minorenni senza essere accompagnati da un Adulto;
3) invito a tutti i cittadini over 65 di non uscire da casa fatto salvi i casi indispensabili (ricordando la disponibilità della protezione civile reperibile al telefono 0814242353 per la spesa di generi alimentari e farmaci).

Continua a leggere

DALLA HOME

Cronaca6 ore fa

Covid, a Santa Maria la Carità nuove restrizioni. Il Sindaco: “Situazione grave, invito le attività ad anticipare la chiusura”

Il sindaco di Santa Maria la Carità dispone la chiusura delle piazze e delle strutture sportive Santa Maria la Carità....

Calcio7 ore fa

Anche la Curva Sud protesta contro la chiusura del pronto soccorso del San Leonardo

La Curva Sud della Juve Stabia scende nuovamente in campo per la comunità stabiese. Da qualche giorno è ufficiale la...

Gianpalo-Scafarto Gianpalo-Scafarto
Politica7 ore fa

Scafarto si dimette, il sindaco tentenna: “Decidiamo insieme”. Ma la maggioranza spinge per l’addio dell’assessore

L’assessore Scafarto si dimette, il sindaco tentenna. Gaetano Cimmino non ha ancora deciso se accettare o meno le dimissioni delle’ex...

Cronaca9 ore fa

Castellammare. Si dimette l’assessore Scafarto

Si è dimesso l’assessore alla mobilità Gianpaolo Scafarto Castellammare di Stabia. L’assessore alla mobilità Gianpaolo Scafarto si è dimesso dall’incarico...

Cronaca9 ore fa

Covid, a Castellammare 13 guariti e 78 nuovi casi: sale a 455 il numero dei positivi

Cresce ancora il numero dei contagi a Castellammare di Stabia Castellammare di Stabia. I contagiati attuali a Castellammare di Stabia...

Cronaca10 ore fa

Covid, Cimmino scrive a Conte e De Luca: “No alle chiusure ed alle mezze misure, sì al potenziamento dei controlli”

Covid, Cimmino scrive al Premier Conte Castellammare di Stabia. Anche il sindaco stabiese, Gaetano Cimmino, dopo la lettera inviata dal...

Pubblicità

Trending