Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Castellammare. Continuano gli accessi al già pieno Pronto Soccorso del San Leonardo

Avatar

Pubblicato

il

Pronto-Soccorso-SanLeonardo

PUBBLICITA

Continuano gli accessi al Pronto Soccorso già pieno dell’ospedale stabiese

di Stabia. Continua il via vai di ambulanze all’ il cui pronto soccorso pur essendo pieno continua ad accogliere alcuni dei pazienti  trasportati dal 118 che presentano un quadro clinico preoccupante. Tutti i posti disponibili sono occupati e sembrerebbe non esserci più alcuna distinzione tra percorso sporco e percorso pulito con malati Covid presenti in entrambe le aree del pronto soccorso. In queste ore gli ospedali della Campania stanno vivendo momenti difficili in linea anche il San Leonardo che, con la chiusura di Vico Equense e Torre del Greco abbraccia una vastissima area di territorio, si è saturato nel giro di poche ore. Diversi malati, risultati positivi al Covid, sono asintomatici ma restano comunque nei corridoi dell’ospedale, per i sintomatici invece è stato necessario intervenire con ventilazione assistita.  «La situazione è certamente molto grave, come testimoniato dalla crisi che sta affrontando il nostro ospedale “San Leonardo”, ma non solo – ha detto il Sindaco –  In queste ore ci sono stati confermati altri 94 contagi sul territorio di Castellammare. 12 persone, invece, sono guarite. Sale dunque a 346 il numero dei positivi in città».

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

San Leonardo, Tonino Scala (LeU): “La situazione ogni giorno più drammatica. Fate presto”

Avatar

Pubblicato

il

Tonino-Scala-LEU

Gli operatori sanitari vanno tutelati e non dati in pasto al “Covid-19″.

di Stabia. «La vicenda del Pronto soccorso del San Leonardo è diventata insostenibile: Fate Presto». E’ l’appello del consigliere comunale di opposizione Tonino Scala, dopo l’ennesima denuncia a firma della FIALS, sindacato dei lavoratori ospedalieri, sulle criticità dell’. «La situazione del Pronto Soccorso del San Leonardo si fa ogni giorno più drammatica – è il commento del consigliere Scala – e insostenibile. Ritardi incomprensibili ed inaccettabile di lavori, annunciati e mai iniziati. A questo si aggiunte le questioni a tutte note, divenute ormai croniche, che rendono tutto ancor più difficile una vicenda già di per sé tragica. Gli operatori sanitari vanno tutelati e non dati in pasto al “Covid-19″. Ancora oggi parliamo di forniture di Dispostivi di protezione individuale carenti. A questo si aggiunge l’entrata indiscriminata dei parenti che sostano vicino agli ammalati sospetti positivi senza nessuno tipo di filtraggio, che sta, questo lo dicono i dati dei contagi, alimentando un vortice che nessuno, stando alle vicende ormai note, riuscirà a fermare se non si mette un freno. Il personale è allo stremo, la dotazione organica è insufficiente e non possiamo rischiare anche di farlo ammalare. Sindaco se ci sei batti un colpo, fatti sentire. È necessario un intervento ad horas con i vertici dell’Asl e con l’assessore alla Sanità. La denuncia fatta oggi è di una gravità inaudita, non si può continuare così. Fate Presto».

Continua a leggere

Trending