Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Coronavirus, due casi di contagio a Castellammare: sono 64 gli attualmente positivi

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Altri due casi di positività in città, 127 le persone in isolamento

di Stabia. Sono 64 il numero degli attualmente positivi a . Nella giornata di oggi sono stati riscontrati altri due casi positivi. A renderlo noto è il sindaco Gaetano Cimmino, si tratta di una 54enne e di una 25enne, entrambe asintomatiche. Quattro  cittadini  invece hanno vinto la propria battaglia contro il e sono risultati guariti. Sono guariti una 24enne, una 55enne, una 22enne ed un 28enne. “I dati sui contagi – dice il Sindaco Cimmino – restano comunque preoccupanti ed in linea con ciò che sta accadendo in Campania. E’ necessaria perciò massima prudenza e rispetto rigoroso delle regole. Già nei giorni scorsi le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli. Ricordo a tutti che su tutto il territorio regionale campano è obbligatorio indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

San Leonardo, Tonino Scala (LeU): “La situazione ogni giorno più drammatica. Fate presto”

Avatar

Pubblicato

il

Tonino-Scala-LEU

Gli operatori sanitari vanno tutelati e non dati in pasto al “Covid-19″.

di Stabia. «La vicenda del Pronto soccorso del San Leonardo è diventata insostenibile: Fate Presto». E’ l’appello del consigliere comunale di opposizione Tonino Scala, dopo l’ennesima denuncia a firma della FIALS, sindacato dei lavoratori ospedalieri, sulle criticità dell’ospedale San Leonardo. «La situazione del Pronto Soccorso del San Leonardo si fa ogni giorno più drammatica – è il commento del consigliere Scala – e insostenibile. Ritardi incomprensibili ed inaccettabile di lavori, annunciati e mai iniziati. A questo si aggiunte le questioni a tutte note, divenute ormai croniche, che rendono tutto ancor più difficile una vicenda già di per sé tragica. Gli operatori sanitari vanno tutelati e non dati in pasto al “Covid-19″. Ancora oggi parliamo di forniture di Dispostivi di protezione individuale carenti. A questo si aggiunge l’entrata indiscriminata dei parenti che sostano vicino agli ammalati sospetti positivi senza nessuno tipo di filtraggio, che sta, questo lo dicono i dati dei contagi, alimentando un vortice che nessuno, stando alle vicende ormai note, riuscirà a fermare se non si mette un freno. Il personale è allo stremo, la dotazione organica è insufficiente e non possiamo rischiare anche di farlo ammalare. Sindaco se ci sei batti un colpo, fatti sentire. È necessario un intervento ad horas con i vertici dell’Asl e con l’assessore alla Sanità. La denuncia fatta oggi è di una gravità inaudita, non si può continuare così. Fate Presto».

Continua a leggere

Trending