Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Castellammare. Il ristorante “C’è posto per te” chiude per Covid

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

«In un periodo già buio di suo si aggiunge ancora un ostacolo da superare e spero che sia mia moglie sia tutti i nostri concittadini e non…..quanto prima superino questo nemico invisibile»

di Stabia. Qualche giorno di stop per il noto e frequentatissimo ristorante “C’è posto per te” alla periferia della città. La decisione assunta dal titolare dopo essersi sottoposto con la moglie a tampone Covid che ha dato risultato positivo per la donna. Ad avvisare i clienti sui social dove l’imprenditore ha raccontato di essersi sottoposto a tampone in un laboratorio privato. «Purtroppo mia moglie – scrive – è risultata positiva al famoso Covid 19 mentre io per fortuna sono negativo ma comunque in isolamento come giusto che sia. Ripeto io sono negativo». Pur non essendo stato registrato alcun caso tra il personale è stata come da prassi disposta sanificazione dei locali e tamponi per tutti i dipendenti della struttura per poi riaprire al pubblico. «Queste poche righe – prosegue il post Facebook – per informarvi che provvederemo alle giuste analisi alle nostre maestranze ed alla dovuta sanificazione che noi già facevamo periodicamente da maggio 2020.. solo dopo gli esiti analisi di tutti la nostra attività riprenderà». Tante le manifestazioni d’affetto e vicinanza nei confronti dell’imprenditore Esposito che da anni porta avanti l’attività in un quartiere di periferia e a rischio. «Vi vogliamo bene, vi ringraziamo per l’affetto che sicuramente ci dimostrerete ….in un periodo già buio di suo si aggiunge ancora un ostacolo da superare e spero che sia mia moglie sia tutti i nostri concittadini e non…..quanto prima superino questo nemico invisibile ma oramai diffuso ovunque ….è doveroso il rispetto per chi lotta contro il Covid…sapete quanto vi voglio bene. i suoi cittadini – conclude il ristoratore – ed i propri commercianti risplenderanno di nuovo a breve». emidav

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending