Seguici sui Social



Cronaca

Castellammare. Traffico e sosta selvaggia: tutti per strada in centro

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Più che «zona rosé» a Castellammare è «zona verde»

Castellammare di Stabia. Superata ampiamente la quota 2% dei contagiati in città e le raccomandazioni del primo cittadino a rispettare le norme anticovid e restare nelle proprie abitazioni servono a ben poco. Tutti in strada anche oggi, questa mattina particolarmente, in un sabato che rimanda alla vigilia di Natale o di Capodanno. A Castellammare di Stabia la zona rossa sembra essere già finita da diversi giorni, o meglio non essere mai stata istituita. Boom di persone per le strade del centro e traffico. Nelle piazze invece si registrano maggiori assembramenti di persone soprattutto a ridosso delle attività commerciali rimaste aperte. Zero i controlli, almeno lungo le arterie del centro, in altri punti della città invece ci sono in campo gli agenti della municipale agli ordini del comandante Vecchione e gli uomini del Commissariato di Polizia guidati dal dirigente Pietro Paolo Auriemma. Sulla questione della zona rossa ieri Vincenzo De Luca è entrato nuovamente in polemica con il Governo che ha deciso per la proroga di una settimana del livello di allerta massimo in Campania. De Luca sostiene che la zona rossa senza adeguati controlli del territorio serve a ben poco. «Sono in libera uscita tutti, tranne i venditori di pantofole di panno beige – ha detto commentando ciò che avviene nelle città della regione – l’unica zona rossa realmente esistente da noi è la zona dell’aglianico. Tutto il resto è propaganda».


Continua a leggere

Cronaca

Il Pd vuole la testa di Dello Ioio: pronta una lettera per chiederne la rimozione

Pubblicato

il

Tristano-Dello-Ioio

Una missiva indirizzata al Governatore De Luca per la sostituzione del Presidente dell’Ente Parco

Castellammare di Stabia. Il Partito Democratico stabiese sarebbe pronto a chiedere la rimozione di Tristano Dello Ioio, Presidente dell’Ente Parco dei Monti Lattari. E’ quanto si apprende da fonti certificate. Una lettera indirizzata al Governatore della Campania De Luca che nominò Dello Ioio proprio nel maggio del 2017. Il nome di Dello Ioio non piace ai dem che accusano l’attuale Presidente di una cattiva gestione dell’Ente e per questo ne vorrebbero la rimozione. Si starebbe lavorando ad un nuovo nome, tuttavia la strada intrapresa dal partito di Corso Vittorio Emanuele non avrebbe trovato pieno accoglimento dagli esponenti del Pd nei comuni di incidenza del Parco che vanno dalla provincia di Napoli a parte dell’area salernitana. Ma non solo centrosinistra, l’Ente Parco dei Monti Lattari farebbe gola anche a qualche esponente del Centrodestra in Consiglio Regionale che vorrebbe “piazzare” una sua pedina alla guida del Parco tra i più prestigiosi del territorio nazionale per la conformazione geografica e per l’area di influenza.emidav

 

Continua a leggere