Seguici sui Social



Cronaca

Covid in Campania oltre 1700 guariti. I nuovi positivi 3mila

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Sono 3008 i nuovi positivi registrati in Campania nelle ultime 24 ore. Il dato emerge dal bollettino dell’Unità di Crisi Regionale. Di questi 2681 sono asintomatici, 327 presentano invece i sintomi della malattia. Nella giornata di oggi sono stati processati 23.761.  La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari a 12,6%.  Il numero degli attualmente positivi in Campania sale quindi a 146.018. Superata la soglia del milione e mezzo di tamponi fatti da inizio emergenza sanitaria. I deceduti, tra il 7 e 25 novembre, sono 49. Il totale deceduti è 1.483. I guariti: 1.723 che portano il bilancio a 41.151.
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 200
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (che racchiudono Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 2.212


Cronaca

Maltempo, domenica di allerta meteo in Campania

Pubblicato

il

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello giallo valevole a partire dalle 6 di domani mattina, domenica 24 gennaio, e valido fino alle 23.59 di domani. L’allerta riguarda l’intero territorio regionale.Si prevedono “precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio e temporale, venti forti con possibili raffiche, temporaneamente anche molto forti, mare agitato o molto agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte ai venti su tutto il litorale”. La Protezione civile della CAMPANIA raccomanda alle autorità competenti “di porre in essere tutte le misure atte a prevenire, mitigare e contrastare i fenomeni previsti sia in odine al rischio idrogeologico che in ordine ai venti forti o molto forti e al moto ondoso che potrebbe determinare mareggiate, anche in linea con i Piani comunali di protezione civile”. Si segnala infine “la necessità di attivare il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del mare”.

Continua a leggere