Seguici sui Social

Politica

Dello Joio contro i migranti, bufera sul fedelissimo di De Luca

Pubblicato

il

Tristano-Dello-Ioio

Bufera sul post di Tristano Dello Joio, Presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari e fedelissimo del Governatore Vincenzo De Luca, dove ha commentato l’arrivo di diversi migranti avvenuto nei giorni scorsi a Marina del Cantone, Massa Lubrense. Un evento eccezionale, mai verificatosi nella storia dei flussi migratori che da alcuni anni a questa parte interessano il nostro Paese. Un post non del tutto volto all’accoglienza che ha suscitato non poche critiche anche dal mondo politico considerando che Dello Joio è, almeno formalmente, di estrazione di centrosinistra. «Va bene l’accoglienza, ma non facciamo di un’eccezione una regola, dobbiamo solo sperare che i cittadini e le istituzioni sappiano che non devono verificarsi più tali cose, noi viviamo di turismo , non possiamo diventare come Lampedusa che da perla bianca del mediterraneo è diventata perla nera perdendo ciò di cui vive, l’ospitalità – scrive il Presidente Dello Joio postando un articolo dell’Ansa sull’episodio – Se avete questi picchi di umanità e di grande generosità, ci sono tante brave persone italiane che oggi quasi non possono mettere il piatto a tavola, rendetevi protagonisti per i vostri concittadini, fate del bene a casa vostra».


Continua a leggere
Pubblicità

Politica

La provocazione di Di Martino: il presidente uscente Ungaro sullo sfondo delle commissioni in videoCall

Pubblicato

il

Di Martino

Sarà una provocazione, sicuramente. Ma è curioso il siparietto che da giorni va in scena nelle commissioni 2.0 di Palazzo Farnese. Il protagonista è Andrea Di Martino, ex vicesindaco e sfidante di Gaetano Cimmino al ballottaggio del 2018.

L’esponente di Italia Viva ogni volta che appare in commissione, rigorosamente in videoCall per via dell’emergenza Covid, utilizza uno strano sfondo: la foto del presidente del consiglio uscente Vincenzo Ungaro, ormai dimissionario. Di Martino ha più volte chiesto alla maggioranza di non toccare la poltrona della presidenza del consiglio, in quanto Ungaro è stato eletto anche con i voti dell’opposizione. Da qui la provocazione di Di Martino, come per dire «Ungaro è anche il mio presidente». La cosa ha suscitato ilarità tra i banchi del centrodestra, tanto da indurre la consigliera Annamaria De Simone a utilizzare lo sfondo con la foto del sindaco Gaetano Cimmino. Insomma, la guerra degli «sfondi» nelle videoCall, a dimostrazione del momento delicato che vive la politica stabiese.

LEGGI  Migranti sbarcano a Nerano: sono 16

Daniele Di Martino

Continua a leggere