Seguici sui Social


Politica

Il Pd tende la mano, Cimmino respinge la tregua: «Prendete le distanze da De Luca»

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Il Pd tende la mano sull’emergenza Covid, il sindaco Cimmino chiede di prendere le distanze dalla gestione De Luca. Lo scontro ormai è totale, nonostante il tentativo di offrire collaborazione all’amministrazione. La segreteria dem, appena qualche giorno fa, ha fatto appello alla responsabilità e ha offerto la tregua al primo cittadino. Tregua non accettata a questo punto, perché il sindaco non ha gradito il sit in del Pd all’esterno dell’ospedale San Leonardo. E oggi con una dura nota non le manda a dire: «Basta chiacchiere sul nostro ospedale. Basta speculazioni politiche sul San Leonardo – ha sostenuto Cimmino – Sono in contatto quotidiano con il direttore dell’Asl Napoli 3 Sud Gennaro Sosto per comprendere quali soluzioni saranno attivate a decongestionare il nostro pronto soccorso e riattivarlo a pieno regime. Di qui a breve l’ospedale di Nola sarà convertito in Covid Hospital. E ciò ci consentirà di sbloccare la situazione critica nel reparto di frontiera del San Leonardo, con il trasferimento dei pazienti a Nola. Questo non è il momento delle sterili polemiche e delle strumentalizzazioni. Soprattutto da parte di chi, come la segreteria locale del PD, ieri sera ha messo in scena un sit-in davanti all’ospedale, dimenticando forse di essere forza di governo nazionale e di aver sostenuto un mese fa questo governo regionale in campagna elettorale. Da loro mi sarei atteso un’azione forte, una presa di distanze da quelle persone che loro stessi hanno sostenuto e che hanno causato questi incredibili disagi. Ed anche l’autosospensione o le dimissioni dal partito che sostiene gli artefici del disastro della sanità pubblica».
Il sindaco Cimmino ha ricordato: «L’evoluzione epidemiologica in città è preoccupante, i numeri parlano chiaro, e le criticità vanno affrontate con urgenza. Come saprete, ho scritto nei giorni scorsi al governatore De Luca e ai vertici dell’Asl per chiedere uno screening a tappeto in città e, soprattutto, per ridurre drasticamente i tempi biblici per gli esiti dei tamponi, che spesso costringono i cittadini a restare in attesa anche per più di una settimana. Abbiamo la necessità di effettuare un censimento più dettagliato dei positivi, sintomatici e non, nella nostra città, per poter gestire meglio l’emergenza e garantire la tutela della salute di tutti i cittadini.
Non c’è più tempo da perdere: è necessario attivare subito le convenzioni con le cliniche e le strutture private per decongestionare i reparti dei frontiera degli ospedali. Questa necessità era chiara da diversi mesi. Ed ora non è più tempo di fare valutazioni, ora è il momento delle azioni concrete e delle soluzioni, non certo quello delle parole al vento. Ora è il momento del rispetto nei confronti degli operatori sanitari che continuano a battersi in prima linea per la salute dei pazienti, del rispetto nei confronti di chi soffre a causa di questo nemico invisibile.
Da parte mia, percorrerò ogni strada per salvaguardare la salute pubblica e venire incontro alle esigenze di ognuno. Siamo pronti a mettere in campo anche svariate misure di sostegno alle famiglie che vivono in condizioni di disagio a causa del Covid, per dare ristoro a chi oggi è in difficoltà, in accordo con le parrocchie. Non è un periodo facile per nessuno, ne siamo tutti consapevoli. Ma io sono vicino a tutti voi. E come sempre io sarò qui per la tutela della salute dei miei cittadini».

Pubblicità

Politica

Focolaio nella rsa Santa Rita, l’opposizione: «Avevamo avvertito il Comune»

Avatar

Pubblicato

il

Sono dodici i contagiati della residenza per anziani Santa Rita. La struttura di Quisisana, a Castellammare, è stata sconvolta dal Covid. Sono giorni paure e preoccupazioni. Secondo l’opposizione del sindaco Cimmino, il focolaio si poteva evitare, essendo la minoranza già intervenuta per mettere in guardia l’amministrazione di centrodestra: «Bisogna avere la massima attenzione per le residenze degli anziani e le case di cura, perché i dati di questa pandemia hanno dimostrato che proprio in queste strutture si sono registrati le maggiori criticità – scrivono Andrea Di Martino, Giovanni Nastelli, Francesco Iovino, ToninoScala, Francesco Nappi – La politica sia di supporto al lavoro incessante messo in campo dall’asl con un lavoro sinergico che abbia come unico scopo la capacità di prevenire ed eliminare eventuali anomalie
Apprendiamo notizie allarmanti e di focolai scoppiati in alcune case di cura, tra queste quella di S. Rita, sulla quale riteniamo che bisogna attivarsi per avere riscontri a tutela degli anziani che vi soggiornano, degli operatori sanitari che svolgono il loro lavoro e nel rispetto delle loro famiglie.
Questa estate tra l’altro si era depositata una interrogazione sulle condizioni di funzionamento di questa Rsa.
La risposta che è stata fornita, nel mese di novembre, dagli uffici non è stata del tutto rassicurante. Ed infatti oggi apprendiamo queste notizie allarmanti.

Nell’interrogazione si ponevano degli interrogativi sulla gestione delle struttura, e non tutti furono chiariti dalle verifiche effettuate dal Comune che precisò come «a causa dell’emergenza sanitaria in corso, preso atto dell’aumento esponenziale dei casi, si è ritenuto opportuno non concretare un’ulteriore ispezione di verifica nei tempi definiti, al fine di ridurre le occasioni di contagio e contatto sia con gli ospiti presenti sia con il personale presente inteso a garantire il servizio, in tal senso l’amministrazione si riserva di verificare la veridicità di quanto dichiarato».
In virtù di ciò scriveremo al Sindaco, come massima autorità sanitaria del territorio, affinché chieda all’Asl di adoperarsi per un’ispezione sanitaria urgente presso tale struttura.
È indispensabile avere rassicurazioni in una fase delicata nella quale non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia sul percorso tracciato nella lotta ad un virus che ci obbliga a tenere alta l’attenzione con l’auspicio che quanto prima si possa ritornare alla normalità».

Continua a leggere

Trending