Seguici sui Social



Cronaca

Castellammare, pronto soccorso ancora chiuso. Il racconto social: “Io curata a Sorrento”

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Castellammare di Stabia. Ancora chiuso il pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. La promessa di riaprire in pochi giorni dopo il trasferimento dei pazienti per diversi casi di positività al Coronavirus tra gli operatori non è stata mantenuta. La situazione è in via di evoluzione perchè ci sarebbero altri casi di positività tra gli operatori emersi con successivi test. Un vero e proprio problema che colpisce anche la copertura dei turni del personale indisponibile per malattia. Mancano medici ed infermieri per garantire l’assistenza ai pazienti.

«Io curata a Sorrento». E’ la denuncia social di una stabiese che si è affidata alla pagina “SOS Stabia” per raccontare l’esperienza vissuta il giorno di Natale. «Mi sono recata all’ospedale con un dolore al petto – scrive – sperando vivamente di essere soccorsa ed aiutata» e invece «mi hanno rimandato a casa con il dolore che non passava mai». Il viaggio in ambulanza e il soccorso al Sorrento. «Da casa ho contattato il 118 E’ venuta l’ambulanza che mi ha riportata in ospedale ma nemmeno così mi hanno dato soccorso. La dottoressa del 118 mi ha portata all’ospedale di Sorrento che con grandissima umanità si sono presi cura di me, accertandosi in primis che non fossi positiva al covid e poi dandomi le dovute cure. Cose normali che sembrano impossibili qui nella mia città. Non si muore solo di Covid. Io sono stata fortunata ma quello che ho vissuto non lo auguro a nessuno. Vederti negato un aiuto senza un briciolo di umanità è davvero atroce».


Cronaca

Il Pd vuole la testa di Dello Ioio: pronta una lettera per chiederne la rimozione

Pubblicato

il

Tristano-Dello-Ioio

Una missiva indirizzata al Governatore De Luca per la sostituzione del Presidente dell’Ente Parco

Castellammare di Stabia. Il Partito Democratico stabiese sarebbe pronto a chiedere la rimozione di Tristano Dello Ioio, Presidente dell’Ente Parco dei Monti Lattari. E’ quanto si apprende da fonti certificate. Una lettera indirizzata al Governatore della Campania De Luca che nominò Dello Ioio proprio nel maggio del 2017. Il nome di Dello Ioio non piace ai dem che accusano l’attuale Presidente di una cattiva gestione dell’Ente e per questo ne vorrebbero la rimozione. Si starebbe lavorando ad un nuovo nome, tuttavia la strada intrapresa dal partito di Corso Vittorio Emanuele non avrebbe trovato pieno accoglimento dagli esponenti del Pd nei comuni di incidenza del Parco che vanno dalla provincia di Napoli a parte dell’area salernitana. Ma non solo centrosinistra, l’Ente Parco dei Monti Lattari farebbe gola anche a qualche esponente del Centrodestra in Consiglio Regionale che vorrebbe “piazzare” una sua pedina alla guida del Parco tra i più prestigiosi del territorio nazionale per la conformazione geografica e per l’area di influenza.emidav

 

Continua a leggere