Seguici sui Social



Politica

Meridbulloni, consiglio comunale compatto: «No alla chiusura e alle speculazioni»

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Tutti uniti per dire no alla chiusura della fabbrica Meridbulloni e a qualsiasi forma di speculazione edilizia. Il consiglio comunale all’unanimità ha approvato un ordine del giorno per esprimere la propria vicinanza ai lavoratori in protesta a causa della chiusura dell’azienda e per coinvolgere la Regione Campania, il Ministero dello Sviluppo Economico, la proprietà e le parti sociali in un tavolo urgente di confronto, mirato ad approfondire le motivazioni del drastico provvedimento di chiusura e individuare immediate soluzioni per la ripresa del ciclo produttivo.
“In mancanza di margini di trattativa, – recita l’ordine del giorno – sempre di intesa con gli organismi sovracomunali e le parti sociali, andranno posti in essere tutti i possibili accorgimenti finalizzati ad individuare altre compagini industriali equiparabili nel settore, alle quali poter offrire, oltre ad incentivazioni per il processo di reinvestimento, anche l’individuazione di un’eventuale nuova collocazione del sito produttivo nell’ambito regionale, qualora dovesse rendersi indisponibile l’attuale sito al Corso De Gasperi. In tale ultima prospettiva, l’area ed il relativo complesso immobiliare, nel Puc in fase di redazione, in funzione degli obiettivi di tutela dell’interesse pubblico e al fine di salvaguardare una specifica finalità di interesse collettivo, verranno assoggettati a vincolo conformativo con destinazione a strutture di interesse comune ad integrazione degli standard urbanistici territoriali”.


Politica

Allarme furti e rapine, Fratelli d’Italia alza la voce: “Subito le telecamere”

Pubblicato

il

furto-negozio-castellammare

«L’allarme criminalità deve diventare un tema centrale dell’azione amministrativa. Da giorni assistiamo a continui raid tra furti e rapine ai danni di attività commerciali già in ginocchio per via della pandemia. A Palazzo Farnese serve un osservatorio costante e un comitato interforze permanente per combattere i fenomeni delittuosi che stanno causando danni enormi all’economia stabiese». E’ quanto sostiene Fratelli d’Italia, attraverso il commissario cittadino Michele Aprea ed il capogruppo Ernesto Sica.
«I raid di questi giorni hanno interessato supermercati, ma in genere anche negozi di vicinato di generi alimentari – proseguono Michele Aprea e Ernesto Sica – Non è escluso che proprio la crisi economica che ha interessato le famiglie stabiesi, provati dalla crisi pandemica ed abbandonati a se stessi dal governo Conte, induca a gesti del genere. La criminalità e la crisi sono due facce della stessa medaglia. Per questo chiediamo al sindaco Gaetano Cimmino e alla maggioranza di mettere sul piatto della discussione i fatti di micro-criminalità che stanno incalzando. Senza dimenticare della necessità impellente di installare telecamere di videosorveglianza. Fratelli d’Italia ha più volte chiesto tempi celeri e certi per dotare la città di un sistema all’avanguardia. Ora non c’è più tempo da perdere».

Continua a leggere