Seguici sui Social

Cronaca

Covid, in Campania aumenta la curva del contagio. E’ la terza regione per Rt

Pubblicato

il


Nelle ultime 24 ore la Campania registra un sensibile rialzo della curva dei contagi. Secondo i dati del bollettino fornito dall’Unità di crisi nel pomeriggio di ieri i positivi sono 994 su 8.417 tamponi effettuati per un rapporto positivi/tamponi che si attesta all’11,80%, ben oltre l’8,19% fatto segnare il giorno precedente.
I deceduti sono 8, i guariti 1.075. Il dato sui posti letto di terapia intensiva occupati (97 sui 656 disponibili) completa il report quotidiano sul Covid 19. La buona notizia però è la rinnovata disponibilità di un elevato numero di vaccini. Nella giornata di ieri è arrivata la prima parte della spedizione settimanale attesa, con la consegna di sette vassoi Pfizer per un totale di 8190 dosi distribuite dalla Regione all’Asl di Avellino, all’ospedale Moscati del capoluogo irpino, al San Pio di Benevento, all’Asl Napoli per Ischia e all’Asl di Salerno per i presidi di Polla e Vallo della Lucania. Attese per oggi le 33.930 dosi che saranno distribuite negli altri centri vaccinali. In totale tra oggi e domani la Campania potrà contare su 42.120 dosi Pfizer. Sono in arrivo, sempre questa settimana, anche 6300 dosi di vaccino Moderna.
La Lombardia continua a essere la regione in Italia con il maggior numero di casi registrati al giorno: oggi sono stati 1.093. Segue, a pochissima distanza, l’Emilia-Romagna con 1051 casi. Terza la Campania con 994 nuovi casi.Aumentano i ricoveri in terapia intensiva: sono 37 in più rispetto al giorno precedente. Il totale dei ricoverati nelle terapie intensive è di 2.252 pazienti covid positivi. Aumentano anche i ricoverati nei reparti di degenza: +201 pazienti rispetto a ieri. Il totale dei ricoverati è di 22.512.Ad oggi in Italia sono 453.968 gli attuali positivi, con una riduzione, rispetto a ieri, di 9.384.


Cronaca

GRAGNANO | Revocato lo sciopero dei netturbini

Pubblicato

il

In accordo con le sigle sindacali, è stato revocato lo sciopero programmato inizialmente il 25 febbraio 2021 nelle città di Afragola, Gragnano, Ercolano, Nola, San Giorgio a Cremano. “La Buttol Srl ringrazia le parti sociali per aver intrapreso un nuovo percorso condiviso, fondato sulle politiche di rigore e di rispetto delle regole, portate avanti dall’Azienda senza alcuna esitazione – fa sapere l’azienda- Il nuovo management della Buttol Srl, con in prima linea il direttore generale Avv. Gerardo Calabrese, l’ing. Francesco Iacotucci e il dott. Luca Di Monte, coordinati dal presidente del Cda Gen. Franco Mottola, ha intrapreso un nuovo percorso nelle relazioni sindacali nel solco della legalità già tracciato.
Oltre ai diversi aspetti operativi e relativi alla sicurezza sul lavoro, è stata dichiarata tolleranza zero verso i dipendenti ritenuti «infedeli» che danneggiano l’immagine non solo dell’azienda ma anche dell’intera categoria.
Discorso diverso per Torre del Greco, i cui dipendenti non hanno revocato lo sciopero per motivi legati alla retribuzione accessoria e non dovuta per contratto. Per evitare le 24 ore di astensione dal lavoro, i lavoratori chiedono più bonus e la revoca degli ultimi licenziamenti per giusta causa. Su questo fronte la Buttol non arretrerà di un millimetro: chi si macchia di reati e causa un danno all’Azienda e al Comune di appartenenza non riceverà sconti”.

Continua a leggere