Seguici sui Social

Politica

Maggioranza sul filo di lana: tre dissidenti fanno tremare il centrodestra

Il caso della ricostruzione post-terromoto di via Roma apre una crepa in consiglio comunale. E gli atti finiscono in Procura

Pubblicato

il

maggioranza sul filo di lana: tre dissidenti fanno tremare il centrodestra

Sono tre i dissidenti che fanno tremare il centrodestra. Dopo una serie di provvedimenti tecnici, votati all’unanimità, il centrodestra si scioglie sul caso della ricostruzione post-terremoto di via Roma. Il sindaco Cimmino incassa il sì risicato della sua maggioranza, con appena 13 voti. Ma pesano come un macigno le assenze di Giulio Morlino e Barbara Di Maio della fondazione Dc e di Enza Maresca del gruppo misto. Un segnale politico da non sottovalutare e che si inserisce sempre nel contesto dell’ultimo rimpasto di giunta.
All’ordine del giorno del consiglio comunale odierno c’era lo sconfinamento di un’opera realizzata già oltre un decennio fa. Un’ordinanza del Tar Campania, infatti, chiedeva al consiglio di ratificare i nuovi confini del fabbricato che confina con il suolo di due palazzi venuti giù nel terremoto dell’80. Ha tenuto banco la questione di un presunto abuso edilizio scoperto dall’ingegnere Angelo Maresca, funzionario dell’ufficio tecnico, poi trasferito al Cimitero e infine approdato al Comune di Scafati. Una lunga discussione per capire se tale delibera diventasse un modo per sanare eventuali abusi edilizi. Alla fine i tecnici del Comune hanno tranquillizzato il sindaco Gaetano Cimmino e il leader di opposizione Andrea Di Martino sula bontà del provvedimento di oggi, ridotto a semplice ratifica di quanto deciso da Tar Campania.
In ogni caso si è scelto di approfondire la questione. Di comune accordo, tra maggioranza e opposizione, si è deciso per l’invio degli atti del caso di via Roma alla Procura di Torre Annunziata e alla corte dei conti, così come richiesto sia da Andrea Di Martino che da Salvatore Gentile.

Daniele Di Martino


Politica

ELEZIONI | La stabiese Carmen Di Lauro (M5S) rieletta alla Camera, flop Tina Donnarumma (Lega)

Eletta all’uninominale di Somma Vesuviana

Pubblicato

il

maggioranza sul filo di lana: tre dissidenti fanno tremare il centrodestra

Elezioni politiche, salgono a due gli stabiesi eletti alla Camera. Dopo l’attore Gaetano Amato, anche Carmen Di Lauro sbaraglia la concorrenza e vince l’uninominale del collegio di Somma Vesuviana. Con quasi il 35% Di Lauro batte Marta Schifone di Fratelli d’Italia.
C’è un’altra stabiese che non ce l’ha fatta. Tina Donnarumma raccoglie poco più del 20% nel collegio di Acerra, vinto sempre dai Cinque Stelle. Ma in questo caso il centrodestra arriva terzo, dietro al candidato di centrosinistra Paolo Siani, fratello di Giancarlo, giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy