Seguici sui Social

Cronaca

Dal 3 giugno vaccini per tutte le fasce d’età, possibile avvio anche per gli adolescenti. L’annuncio del commissario Figliuolo

Pubblicato

il

dal 3 giugno vaccini per tutte le fasce d’età

«Arriveremo a giugno a 20 milioni di dosi»

Dal tre giugno tutti potranno richiedere il vaccino anticovid. E’ l’annuncio del commissario straordinario all’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo, parlando con la stampa nel corso della visita al centro vaccinale di Bastia Umbra (Perugia): « Dal 3 giugno partirà una lettera con cui si darà la possibilità a tutte le Ragioni e province autonoma di aprire le vaccinazioni a tutte le classi di età seguendo il piano, utilizzando tutti i punti vaccinali, anche aziendali. Andiamo verso il superamento delle fasce d’età – ha spiegato parlando alla stampa- con un occhio vigile sugli over 60. Abbiamo ottimi risultati sugli over 80, buoni sugli over 70 e solo soddisfacenti sugli over 60. Inoltre dalla prossima settimana il possibile avvio alle vaccinazioni anche agli adolescenti. E’ molto probabile che dall’inizio della settimana prossima anche l’AIFA darà il via libera agli adolescenti che vanno dai 12 anni in sù. Nel piano li avevo già previsti a marzo. Siamo in grado di procedere anche su questa classe, dai 12 ai 15, circa 2 milioni e 300 mila ragazzi. Arriveranno 20 milioni di Vaccini a giugno se poi qualcuno pensa che ne vuole fare 60 allora mancheranno».


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com