Seguici sui Social

Sport

Europei di nuoto, medaglia per la stabiese Procida: “Felice, ma obiettivo paralimpiadi di Tokyo”

Pubblicato

il

Medaglia di bronzo per la stabiese Angela Procida

Castellammare di Stabia. «Mi ero posta questo obiettivo e sono assolutamente felice di averlo raggiunto. Ci tenevo moltissimo e non potevo pensare di tornarmene a casa senza questa medaglia. Ora massima concentrazione e testa bassa verso una nuova sfida, Tokyo». E’ il commento della stabiese Angela Procida dopo aver portato a casa una medaglia di bronzo agli europei in Portogalo. Ci sono podi che brillano più di altri. Due donne, due azzurre, Arjola Trimi (Polha Varese) e Angela Procida (Centro Sportivo Portici). Trimi parte terza, recupera dopo qualche bracciata conducendo la finale diretta dei 50 dorso S3 sempre in seconda posizione, chiudendo a 59”58 tempo che la decreta non solo vice campionessa europea, ma nuova primatista italiana (precedente record era dell’atleta Padoan 1’14”01). Gara praticamente perfetta per la Procida che dalla quinta posizione va a prendersi il bronzo. Anche la partenopea sigla il nuovo record assoluto, il precedente realizzato dalla stessa azzurra in occasione del Campionato Regionale FIN nel gennaio scorso.

«Gli obiettivi, i sogni, le sconfitte e le vittorie non sono mai solo tue, sono condivise. I tuoi allenatori piangono, ridono e gioiscono con te. Io, ed i miei allenatori Francesca Allocco ed Enzo l’abbiamo desiderata, e questa medaglia con super record Italiano Assoluto è arrivata. Ma si sa – scrive sui social Angela – le cose improvvise ed inaspettate sono le più belle e questa mia vittoria, anzi nostra, la dedico a voi. Grazie a tutti coloro che mi hanno seguita, scritta e grazie a chi ha tifato per me, ho letto e visto tutto, come mio solito risponderò a tutti voi, grazie perché il vostro sostegno è stato molto importante, soprattutto in una competizione dove il tifo della famiglia non era qui con me, causa covid. Grazie alla FINP Federazione Italiana Nuoto Paralimpico per aver creduto in me e nella nostra squadra, sono fiera di aver reso orgogliosa la mia città Città di Castellammare di Stabia, il mio paese, squadra Centro Sportivo Portici, e le persone che non ci sono, ma che nonostante tutto sono sempre con me Comitato Italiano Paralimpico. Grazie Vale Effe ed Elena Grosso per essermi state vicine nei miei momenti di sclero pre-gara, nei momenti più difficili e per avermi dato un sostegno, prima di tutto morale. E grazie anche a te per avermi sopportato e supportato Elisabetta Ruco e grazie a Di Gennaro Spa Nuoto Extremo By Nicco».


Continua a leggere
Pubblicità

Sport

Circolo Nautico, l’ex campione Amitrano: «Bene la volontà di rilanciare la struttura»

L’ex campione interviene sul futuro del glorioso circolo nautico stabiese

Pubblicato

il


Castellammare di Stabia. Bene il rilancio del circolo nautico di Castellammare di Stabia con investimenti precisi e mirati che riusciranno a mantenere viva l’attività sportiva. A dirlo in una nota è l’ex Campione e Canottiere Salvatore Amitrano che commenta così le intenzioni del Presidente del Circolo Antonio De Sinno di investire sulla struttura puntando su sport e canottaggio. «Abbiamo appreso direttamente dal presidente che c’è volontà di investire nel canottaggio a Castellammare e che l’attività sportiva che ha reso grande e conosciuto in tutto il mondo il Circolo proseguirà – scrive in una nota – Abbiamo appreso anche che ci saranno investimenti, che la palestra verrà riservata anche ai ragazzi che praticano canottaggio, che sarà ristrutturata la vasca voga, che saranno acquistate barche che potranno consentire l’attività agonistica così da sostituire quelle che ormai sono obsolete non adatte alle competizioni. Siamo contenti soprattutto che si riuscirà a mantenere viva l’attività e, in tempi brevi, come l’arrivo di nuovi soci, per questo facciamo i complimenti al Presidente, speriamo che ugualmente si faccia ripartire in maniera seria l’attività dei più piccoli a titolo gratuito come lo era una volta, ciò permetterebbe sicuramente di incrementare il numero di iscritti e quindi la base su cui lavorare e costruire gli atleti di domani. Affossare un’attività del genere si riesce in un attimo, per farla ripartire a quei livelli da zero è difficilissimo, ci vogliono anni e anni. Per non parlare della formazione di un atleta che possa competere a livello nazionale e internazionale: in quel caso ci vogliono sacrifici e anni di lavoro e allenamenti, in media 8-10 anni. Bisogna fare in fretta, altrimenti gli sforzi prodigati per anni rischiano di essere vani. Staremo a guardare che questo accada e saremo i primi tifosi del Circolo Nautico Stabia, affinché torni ad essere fucina di talenti per questo magnifico sport».

Continua a leggere

Sport

Juve Stabia, presentazione ufficiale di mister Novellino: «Possiamo fare cose importanti»

Pubblicato

il


Castellammare di Stabia. «Penso che qui si possa lavorare bene e ne sono convinto. Sono contento di questa decisione». A dirlo è Mister Novellino, neo allenatore della Juve Stabia, che quest’oggi è stato presentato ufficialmente in occasione della presentazione delle maglie da gioco per il nuovo campionato ormai alle porte. «lAla chiamata alla Juve Stabia ho subito accettato, ritengo che qui si può fare qualcosa di importante. Questa è una piazza calda come piace a me, lavorare qui è una sfida affascinante. Obiettivo – afferma il tecnico – sono i giovani. Punteremo soprattutto sui giovani e alcuni over». E proprio sui giovani la Juve Stabia ha annunciato di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione delle prestazioni sportive, a titolo temporaneo, dall’Empoli, del difensore 20enne Francesco Donati. Il calciatore, natio di Livorno, è cresciuto calcisticamente nell’Empoli. « Sono contento di essere arrivato in una piazza come quella di Castellammare di Stabia – ha detto Donati – Ho tanta voglia di fare bene, di riportare la Juve Stabia dove merita e sentire il calore dei nostri tifosi».

Continua a leggere

Trending