Seguici sui Social

Eventi

Musica e cabaret a due passi dagli Scavi: Rosalia Porcaro, Allerija e La Maschera

Al via la kermesse ai Giardini di Arianna


Pubblicato

il

Teatro e divertimento a Castellammare. Si comincia con Rosalia Porcaro in una kermesse promossa da “I love cabaret”. Prende il via venerdì una rassegna, costituita da quattro appuntamenti di cabaret e musica, programmata per i mesi di luglio e agosto nella cornice ideale dello spazio verde della splendida location de “il giardino di Arianna” sito appena fuori città sulla collina di Varano, in via Passeggiata Archeologica 15, a pochi passi dall’area archeologica dell’antica Stabiae. In programma ci saranno: 23 luglio Rosalia Porcaro 29 luglio Stefano Rapone 5 agosto Live show Allerija 29 agosto La Maschera in concerto. La protagonista del primo appuntamento sarà Rosalia Porcaro, attrice talentuosa di cinema e teatro ma anche celebre cabarettista, dalla cifra comica mai volgare o banale. Nei primi anni 90 si afferma tra il grande pubblico non solo campano grazie ai suoi celebri personaggi come Veronica, operaia inconsapevolmente sottomessa di una fabbrica di borse, Natascia giovane cantante, sberleffo al mondo neomelodico napoletano o Assundham una donna mussulmana napoletana, denuncia sociale di due mondi apparentemente diversi. Sarà in scena il prossimo 23 luglio alle 21.30 con i suoi amatissimi personaggi e i suoi esilaranti monologhi. Gli eventi sono nati grazie alla collaborazione della proprietà della splendida location de “il giardino di Arianna” con Alfredo Varone, seguendo la traccia della rassegna “Ilovecabaret” che da 20 anni presenta sul palco gli interpreti della scena comica campana e nazionale in una ricerca continua di volti emergenti e piacevoli conferme. La rassegna nasce con un’identità ben precisa e con lo scopo di offrire una modalità nuova di assistere agli spettacoli, oseremmo dire “easy”. Immersi nella natura del pianòro di Varano si potrà godere della frescura, con possibilità di ristorarsi prima e dopo l’esibizione al bar o al corner dello street food, a cura di Mafalda Meikhane e, per chi ne ha voglia, intrattenersi ancora a fine serata per ascoltare in relax una selezione musicale. La rassegna è stata fortemente voluta dagli organizzatori come segno di continuità e per la tenace voglia di ripartire, nata in partnership con Best live e grazie anche al sostegno degli sponsor Eleonora Giordani, Adra porte, Federdat Service, Outlet del Corso, oltre ai numerosi e prestigiosi Enti che ci hanno generosamente supportato. La finalità della manifestazione è quella di trovare nuove forme di aggregazione e una nuova energia nella ripartenza dopo lo stop forzato a causa della pandemia, evento straordinario che ha fortemente colpito alcuni settori come quello dell’intrattenimento e degli spettacoli live che oggi sono alla ricerca di una nuova forma per reinventarsi. Anche questo evento sarà concepito secondo le direttive della normativa vigente anti covid.

Per informazioni e prenotazioni 3311592683 ilovecabaret@hotmail.it


Continua a leggere

Eventi

Cultura e storia a Pimonte: in scena “Lo Scudo di Teia”. Evento il 4 e 5 settembre presso il Castrum Pini

Pubblicato

il


Lo spettacolo teatrale “Lo Scudo di Teia” è stato presentato in conferenza stampa presso la biblioteca del “Centro di Cultura e Storia Amalfitana” il 30 agosto. “Lo Scudo di Teia” è lo spettacolo teatrale che andrà in scena a Pimonte il 4 e 5 settembre 2021 presso il Castrum Pini. L’evento è nato da un’idea di Lucia Somma, presidente del Consiglio Comunale di Pimonte nonché delegata alla Cultura, che ha visto la luce grazie alla regia di Gabriele Saurio e ai testi scritti da Francesco Rivieccio. La splendida chiesa di Santa Maria di Pino farà da palcoscenico a due serate uniche, che sono state presentate ad Amalfi, presso la biblioteca del “Centro di Cultura e Storia Amalfitana”.

“Sono estremamente soddisfatta della proficua collaborazione istituzionale creata attorno a quest’evento – afferma Lucia Somma – Sono convinta che solo con una forte sinergia tra entri, oltre che tra i Comuni che un tempo formavano il Ducato di Amalfi è possibile rilanciare tutta l’area, soprattutto le splendide zone interne, ancora poco conosciute a livello nazionale ed internazionale. Il turismo è linfa vitale per i Monti Lattari così come per la Costiera amalfitana e lavorando assieme, con particolare attenzione alla Cultura, sarà possibile raggiungere gli obiettivi di crescita che ci siamo prefissati. Questo è solo il primo di una serie di eventi che segnano una nuova fase di rilancio per il nostro Comune. Voglio ringraziare personalmente, per la partecipazione e il contributo dato all’iniziativa, il sindaco di Amalfi, Daniele Milano, il presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari, Tristano Dello Ioio, Domenico Camardo, archeologo del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, il sindaco di Pimonte, Michele Palummo, l’Assessore all’Istruzione e alle Politiche Sociali del Comune di Pimonte, Anna Ospizio, e il regista Gabriele Saurio”.

“Lo scudo di Teia” è il racconto di una singola battaglia, immaginata e vissuta dalla parte dei protagonisti, rintanati nei loro accampamenti; il racconto della debolezza degli eroi che l’hanno combattuta, il racconto d’una battaglia già persa, che approfondisce ed evidenzia molto più gli stati d’animo dei personaggi, piuttosto che le strategie” spiega il regista Gabriele Saurio. “I Monti Lattari e il fiume Sarno diventano così teatro di guerra, una guerra raccontata nel testo non solo dai suoi protagonisti diretti, ma anche da un coro formato da sole donne composto da madri, mogli e figlie, metafora di chi non combatte, di chi sopravvive e di chi aspetta invano, ma che ha l’obbligo di raccontare per ricordare e tramandare. Una pagina di storia, una pagina dell’Italia e del nostro popolo scritta all’ombra di quei monti che ancora oggi la custodiscono” conclude il regista.

Continua a leggere

Trending