Seguici sui Social

Cronaca

Vespucci, appuntamento a Castellammare il 23 settembre

L’arrivo del veliero era già previsto ad agosto

Pubblicato

il

Nave Vespucci

Castellammare di Stabia. Tappa stabiese il 23 agosto per l’Amerigo Vespucci, veliero costruito nei cantieri di Castellammare di Stabia e varato esattamente novant’anni fa. Il 13 agosto, dopo uno stop dovuto alla positività al Covid di alcuni militari, è ripresa la Campagna di istruzione 2021 nel mediterraneo che vedrà il Vespucci, al comando del capitano di vascello Gianfranco Bacchi, toccare i porti di diverse città italiane tra cui proprio Castellammare di Stabia per celebrare l’anniversario del suo varo. La Marina Militare ha fatto sapere che la nave sarà di rada nelle acque antistanti la città tra la mattina del 23 e la mattina del 24 settembre.

In questa seconda parte della campagna i giovani allievi della prima classe dell’Accademia Navale avranno la possibilità di veleggiare nelle acque del Mare Nostrum, dove saranno nuovamente messi alla prova ed impegnati in numerose attività didattiche ed addestrative nell’ambito delle discipline marinaresche. Attività formative etico-militari, che rafforzeranno i valori di fedeltà, disciplina e senso del dovere che costituiscono un riferimento essenziale nella formazione dei futuri ufficiali della Marina Militare. Al fine di mitigare il rischio di contagio da Covid-19, la nave scuola non sarà aperta alle visite a bordo nella campagna d’istruzione 2021, tuttavia sarà visibile dalla costa in ogni occasione di passaggio ravvicinato o di fonda nei luoghi di particolare interesse del Paese. emidav

LEGGI ANCHE: 
Casi di positività su Nave Vespucci, sospesa la campagna allievi


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com