Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, evade dai domiciliari finisce in carcere geometra del comune

L’uomo ha violato per quattro volte gli arresti domiciliari, arrestato


Pubblicato

il

Tribunale-TorreAnnunziata

Castellammare di Stabia. I carabinieri della stazione di Castellammare di Stabia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per violazione degli arresti domiciliari nei confronti di Ranieri Esposito, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per il reato di Induzione indebita (art. 319 quater C.P.) per avere indebitamente indotto nel 2019, quale dipendente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Castellammare di Stabia, due distinti soggetti a corrispondergli indebitamente rispettivamente la somma di denaro di 10.000 euro ed altri vantaggi nonché la somma di denaro di 4.000 euro, per consentire agli stessi di ultimare le opere abusive edilizie dai medesimi commissionate in Castellammare di Stabia.

La sostituzione della misura degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere è stata disposta in quanto l’Esposito, ristretto agli arresti domiciliari anche in forza di un secondo titolo custodiale emesso nei suoi confronti nell’ambito di altro procedimento pendente a suo carico dinanzi alla Corte di Appello di Napoli, tra agosto e gli inizi di settembre di quest’anno aveva violato ben quattro volte la misura degli arresti domiciliari in atto, rendendosi responsabile del reato di evasione. Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trasferito alla casa Circondariale di Napoli Poggioreale.


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Castellammare, rivoluzione strisce blu: aumenta la sosta a pagamento in centro

Cambia la tariffa in centro e in periferia

Pubblicato

il


Castellammare di Stabia. Aumenta la sosta a pagamento nelle strisce blu in centro e diminuisce invece in periferia. E’ il piano stabilito dall’amministrazione comunale che sta predisponendo tutti gli atti per la nuova gara che vedrà l’affidamento del servizio di sosta a pagamento nella città di Castellammare di Stabia per i prossimi cinque anni. Attualmente questo tipo di lavoro è svolto dalla società Tmp. Le nuove tariffe prevedono una diminuzione del costo lungo le strade periferiche ed un aumento per le vie del centro. La sosta costerà due euro ogni ora dopo la prima che costerà sempre un euro mentre in periferia costerà cinquanta centesimi. Non ci sarà, almeno per ora, una tariffa differenziata tra residenti e non residenti come avviene anche in alcuni comuni limitrofi.

Tra le strade che vedranno l’aumento c’è tutta la “fascia costiera” da via Duilio all’intero Corso Garibaldi passando anche per strade interconnesse come Corso Vittorio Emanuele, parte di Corso De Gasperi, Via Gaeta, Via Michetti, Traversa Palazzo Terme, Traversa del Marinaro, Via Santa Maria dell’Orto e via IV Novembre. L’intervento rientra nell’ambito del nuovo piano urbano di mobilità voluto dall’amministrazione comunale a guida Gaetano Cimmino. L’aumento della sosta ha come obiettivo quello di disincentivare l’utilizzo delle automobili per raggiungere il centro città ed incentivare l’impiego di mezzi pubblici o ecosostenibili. L’annuncio di questa rivoluzione l’anno scorso e non furono poche le polemiche come del resto per tutto il piano di mobilità. Il nuovo “prezzario” andrà in vigore non prima del 2022 quando ci sarà una nuova impresa a gestire il servizio della sosta a pagamento.

 

Leggi anche: 
Castellammare, senso unico su Via Napoli: residenti sul piede di guerra

Continua a leggere

Trending