Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare blindata alla vigilia dell’Immacolata: vietati falò nei quartieri e asporto di alcolici

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. Più di centocinquanta tra militari dell’arma dei carabinieri, polizia di stato e polizia municipale per contrastare l’accensione dei tradizionali falò dell’Immacolata nei quartieri. Già questa mattina sono stati effettuati una serie di sequestri in alcuni punti della città da parte degli agenti della squadra mobile di Napoli. Posti di controllo anche sulle principali arterie cittadine fin dalla mattina con oltre cento veicoli fermati e diverse persone identificate. Quest’anno, a differenza dello scorso, ci sarà l’accensione delle tre pile di legno sull’’arenile organizzata dall’amministrazione comunale. Un evento “last-minute” dopo la bocciatura del concerto di Venditti previsto proprio stasera. Alle 23 ci sarà l’accensione delle luminarie e a mezzanotte l’accensione dei falò. È inoltre in vigore un’ordinanza del Sindaco Gaetano Cimmino che dispone la vendita di alcolici da asporto ma anche, ovviamente, l’accensione dei falò lungo tutto il territorio cittadino. emidav


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com