Seguici sui Social

Cronaca

Operazione alto impatto a Castellammare: i carabinieri denunciano due persone. Oltre 70 le persone identificate

Diverse le sanzioni anche per guida senza casco e guida senza copertura assicurativa

Pubblicato

il

Castellammare


Castellammare di Stabia. Operazione ad alto impatto a Castellammare di Stabia da parte dei carabinieri della Compagnia stabiese. I militari hanno identificato oltre 70 persone,
53 i veicoli passati al setaccio. Denunciati due uomini per porto abusivo di arma: i due avevano loro vettura un tubo di ferro di 43 cm.

Sono state inoltre segnalate alla Prefettura due persone perché trovate in possesso di droga per uso personale. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.
Non sono mancati i controlli al codice della strada con diversi scooter e auto sequestrate. Guida senza casco e guida senza copertura assicurativa le sanzioni più frequenti.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Castellammare, piccione si incastra in una rete e muore

Il volatile appeso alla facciata della chiesa in centro

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. Un piccione morto e rimasto appeso alla facciata di una chiesa in centro. Siamo nella di Santa Maria dell’Orto lungo l’omonima strada dove alcuni passanti hanno notato il volatile penzolante e privo di vita. Il piccione è probabilmente morto dopo esser rimasto incastrato in una rete di protezione di una delle finestre dell’edificio sacro. Allertato il parroco a cui è stata richiesta la rimozione della carcassa che rischia di “volare” (doverose le virgolette ndr) giù sui passanti.

LEGGI ANCHE: 
Castellammare, lo scivolo per le barche diventa un parcheggio

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica