Seguici sui Social

Politica

Risanamento fiume Sarno, al via la gara per le fogne di Gragnano

L’annuncio di Gori anche per la riqualificazione della Valle dei Mulini

Pubblicato

il

Gori in campo con un nuovo, importante intervento per il risanamento del fiume Sarno e il recupero della piena balneabilità nel Golfo di Napoli. È stato pubblicato, infatti, il bando di gara per i lavori di completa-mento della rete fognaria nel Comune di Gragnano. Un’opera di cui Gori è soggetto attuatore, finanziata dalla Regione Campania per 10.920.000,00 euro, e compresa nel progetto Energie per il Sarno: 42 interventi che puntano a disinquinare il nostro corso d’acqua entro il 2025 attraverso una vasta azione di potenzia-mento delle infrastrutture. I lavori che saranno realizzati a Gragnano, in particolare, consentiranno di eliminare i numerosi scarichi fognari che ad oggi recapitano nel torrente Vernotico e compromettono la qualità delle acque marine stabiesi, garantendo in primis il superamento di importanti criticità igienico-sanitarie e la riqualificazione naturalistica di alcuni tratti della Valle dei Mulini. L’intera rete fognaria, a seguito della messa in esercizio, sarà poi collegata al collettore comprensoriale di Gragnano; esso, una volta ultimato da Gori, colletterà i reflui di tutto il territorio comunale di Gragnano, Casola di Napoli e Lettere all’impianto di depurazione Foce Sarno, contribuendo altresì al recupero della balneabilità del litorale stabiese e dell’intero Golfo di Napoli. “L’impegno per il potenziamento del servizio, il risanamento del fiume Sarno ed il migliora-mento della qualità delle nostre acque marine prosegue attraverso le numerose opere che stiamo realiz-zando grazie alla sinergia con Regione Campania, Ente Idrico Campano e Amministrazioni Comunali, al fine di sviluppare strategie condivise e raggiungere insieme gli obiettivi che ci siamo prefissati” sottolinea l’Amministratore Delegato di Gori, Vittorio Cuciniello. Ed è proprio sulla base di questa significativa sinergia che è nato il portale energieperilsarno.it, attraverso cui è possibile, tra le altre cose, monitorare in tempo reale l’avanzamento degli interventi.

“L’importante intervento previsto da Gori eliminerà gli ingenti scarichi che al momento confluiscono nel fiume Vernotico e garantirà la riqualificazione di uno dei più bei polmoni verdi della Campania. La Valle dei Mulini, infatti, è uno dei fiori all’occhiello della nostra città e rappresenta una bellezza naturalistica dalla forte connotazione storica che ci riconduce alla Pasta e alle sue origini. Il nostro impegno nel portare sui tavoli di riferimento la problematica ormai decennale e la sinergia istituzionale ci proiettano verso un altro risultato storico per Gragnano” dichiara il Sindaco di Gragnano, Nello D’Auria.


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

ELEZIONI | La stabiese Carmen Di Lauro (M5S) rieletta alla Camera, flop Tina Donnarumma (Lega)

Eletta all’uninominale di Somma Vesuviana

Pubblicato

il

Elezioni politiche, salgono a due gli stabiesi eletti alla Camera. Dopo l’attore Gaetano Amato, anche Carmen Di Lauro sbaraglia la concorrenza e vince l’uninominale del collegio di Somma Vesuviana. Con quasi il 35% Di Lauro batte Marta Schifone di Fratelli d’Italia.
C’è un’altra stabiese che non ce l’ha fatta. Tina Donnarumma raccoglie poco più del 20% nel collegio di Acerra, vinto sempre dai Cinque Stelle. Ma in questo caso il centrodestra arriva terzo, dietro al candidato di centrosinistra Paolo Siani, fratello di Giancarlo, giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy