Seguici sui Social

Attualità

Pasqua, boom di stranieri alle Ville di Stabia: presenze record nel week end

Pubblicato

il

PASQUA

Quasi mille visitatori nelle Ville di Stabia. E’ il bilancio di Pasqua, quando Pompei ha registrato come sempre il tutto esaurito e i siti archeologici di Castellammare di Stabia sono stati la meta preferita dei turisti stranieri presenti sul territorio stabiese.

Nel giorno di Pasqua sono stati 75 i visitatori italiani e 37 gli stranieri che si sono recati a Villa San Marco. Per Villa Arianna invece 70 italiani e 27 stranieri. Per un totale di 220 visitatori. Ma il boom si è registrato nel giorno di Pasquetta, come prevedibile, triplicando e oltre le presenze di domenica. In questo caso c’è stato un aumento esponenziale di visitatori stranieri: 204 a villa San Marco e 124 a villa Arianna. Bene anche le presenze degli italiani nel lunedì dell’Angelo: 178 a villa San Marco e 107 a villa Arianna. Per un totale di 613 visitatori.

Dati molto positivi, nonostante la chiusura temporanea del Museo archeologico Libero D’Orsi per consentire i lavori di ampiamento e allestimento museale. Le sale di Palazzo Reale a Quisisana saranno riaperte entro tre mesi con importanti novità.

Nel frattempo, a partire da oggi, Villa Arianna resterà chiusa al pubblico per un periodo di circa 45 giorni, e comunque fino a nuova comunicazione, per consentire i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Interventi che all’inizio dell’anno hanno riguardato anche il sito di Villa San Marco.

Daniele Di Martino

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.