Seguici sui Social

Eventi

Ritorna lo Stabia Wine Event giunto alla 5a edizione


Pubblicato

il

StabiaWineEvent

L’organizzazione dello Stabia Wine Event anche per il 2019 sceglie la solidarietà. Parte dell’incasso sarà devoluto al Distretto sanitario dell’Asl Na3 Sud attraverso l’acquisto di attrezzatura sanitaria.

Castellammare di Stabia. Si volgerà venerdì 5 luglio dalle ore 20,00, nell’incantevole cornice di “Villa Cimmino”, la V edizione dello Stabia Wine Event. Dopo il successo dello scorso anno, la manifestazione che si è ormai affermata nel mondo dell’enogastronomia come l’evento più atteso della provincia di Napoli, ritorna per gli appassionati del settore ma non solo.
Una notevole proposta di qualità di vini e di gastronomia di altissimo livello: oltre 60 referenze di brands daranno vita ad
una dimensione di piacere legata al mondo del Buon Gusto e del Lifestyle di grande successo. Per il quinto anno consecutivo, a grande richiesta, verrà valorizzata la nostra costa attraverso la collaborazione e valorizzazione delle attività presenti nelle nostre zone, in un autentico scenario di bellezza naturale sul mare. Come dalla prima edizione, la manifestazione gode del patrocinio e della partecipazione dell’Associazione Italiana Sommelier, delegazione Penisola Sorrentina e per la seconda volta, il Consorzio Tutela Vini Vesuvio DOP, che permetterà ai presenti di degustare il meglio della produzione nell’area Vesuviana, con l’utilizzo del calice che verrà regalato all’ingresso ad ogni ospite della serata. In questa edizione il valore aggiunto all’arte culinaria, sarà il gemellaggio di due grandi realtà che ci delizieranno con le loro buonissime specialità: da Nola, Casa Caldarelli ristorazione con Raffaele Caldarelli pasticceria e Gran Caffè Napoli 1860 di Castellammare di Stabia. Accompagnati da un piacevole sottofondo musicale, l’eccellente gastronomia, sarà inebriata, da numerose e scintillanti bollicine, (champagne, franciacorta, spumanti) che apriranno le danze della degustazione, per passare ai vini provenienti dalla Campania e da varie regioni d’Italia, tra cui i fermi bianchi e i rossi come l’Amarone ed il Chianti. Questo percorso, di respiro internazionale, si concluderà con la degustazione di Cioccolata fine, Thè francesi, Rum e Distillati speziati di Ron Especiado e i Cocktails dell’Associazione Bar Tender di Napoli, oltre all’angolo cubano curato dalla Tabaccheria d’Amora in collaborazione con l’azienda Ambasciatori Italico. Di anno in anno lo Stabia Wine Event sta diventando il contesto perfetto in cui incontrare e sperimentare il mondo dei Vini. Un’esperienza sensoriale in cui scoprire le ultime novità e il meglio della produzione vinicola direttamente dai migliori marchi di rilevanza anche internazionale.
Una sinergia virtuosa di gusto, confronti, socialità e sperimentazioni di appassionati e professionisti del settore. Il successo delle scorse edizioni ha permesso di far crescere l’evento rinnovando l’impegno degli organizzatori ad offrire il meglio dal punto di vista di marketing e formativo. Con queste premesse l’inizio della kermesse è previsto per le 16:30, solo per gli addetti ai lavori, per i quali si terrà la degustazione tecnica del Consorzio Vini Vesuvio, Cantine Iovine Penisola Sorrentina e Frescobaldi Vini Toscana, durante la quale gli Operatori del Settore Horeca saranno impegnati alla presentazione didattica dei Vini selezionati. Lo Stabia Wine Event, un format che in ogni suo appuntamento, cresce anche grazie all’incessante sostegno degli sponsor, dei partner e dei visitatori. L’organizzazione dello Stabia Wine Event anche per il 2019 sceglie la solidarietà. Parte dell’incasso sarà devoluto al Distretto sanitario dell’Asl Na3 Sud attraverso l’acquisto di attrezzatura sanitaria. Grande importanza è stato il ruolo dei Main Sponsor : L’Enoteca Online di proprietà di Gidal Spa e Adhoc Castellammare di Stabia e l’affezionata G.I.R.Va International Broker srl di Castellammare di Stabia, due realtà che hanno fatto sì che questa ennesima edizione venisse realizzata in un contesto di qualità ancora più interessante, con il supporto anche degli “sponsor cosiddetti commerciali”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Continua a leggere

Eventi

Cultura e storia a Pimonte: in scena “Lo Scudo di Teia”. Evento il 4 e 5 settembre presso il Castrum Pini

Pubblicato

il

Pimonte

Lo spettacolo teatrale “Lo Scudo di Teia” è stato presentato in conferenza stampa presso la biblioteca del “Centro di Cultura e Storia Amalfitana” il 30 agosto. “Lo Scudo di Teia” è lo spettacolo teatrale che andrà in scena a Pimonte il 4 e 5 settembre 2021 presso il Castrum Pini. L’evento è nato da un’idea di Lucia Somma, presidente del Consiglio Comunale di Pimonte nonché delegata alla Cultura, che ha visto la luce grazie alla regia di Gabriele Saurio e ai testi scritti da Francesco Rivieccio. La splendida chiesa di Santa Maria di Pino farà da palcoscenico a due serate uniche, che sono state presentate ad Amalfi, presso la biblioteca del “Centro di Cultura e Storia Amalfitana”.

“Sono estremamente soddisfatta della proficua collaborazione istituzionale creata attorno a quest’evento – afferma Lucia Somma – Sono convinta che solo con una forte sinergia tra entri, oltre che tra i Comuni che un tempo formavano il Ducato di Amalfi è possibile rilanciare tutta l’area, soprattutto le splendide zone interne, ancora poco conosciute a livello nazionale ed internazionale. Il turismo è linfa vitale per i Monti Lattari così come per la Costiera amalfitana e lavorando assieme, con particolare attenzione alla Cultura, sarà possibile raggiungere gli obiettivi di crescita che ci siamo prefissati. Questo è solo il primo di una serie di eventi che segnano una nuova fase di rilancio per il nostro Comune. Voglio ringraziare personalmente, per la partecipazione e il contributo dato all’iniziativa, il sindaco di Amalfi, Daniele Milano, il presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari, Tristano Dello Ioio, Domenico Camardo, archeologo del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, il sindaco di Pimonte, Michele Palummo, l’Assessore all’Istruzione e alle Politiche Sociali del Comune di Pimonte, Anna Ospizio, e il regista Gabriele Saurio”.

“Lo scudo di Teia” è il racconto di una singola battaglia, immaginata e vissuta dalla parte dei protagonisti, rintanati nei loro accampamenti; il racconto della debolezza degli eroi che l’hanno combattuta, il racconto d’una battaglia già persa, che approfondisce ed evidenzia molto più gli stati d’animo dei personaggi, piuttosto che le strategie” spiega il regista Gabriele Saurio. “I Monti Lattari e il fiume Sarno diventano così teatro di guerra, una guerra raccontata nel testo non solo dai suoi protagonisti diretti, ma anche da un coro formato da sole donne composto da madri, mogli e figlie, metafora di chi non combatte, di chi sopravvive e di chi aspetta invano, ma che ha l’obbligo di raccontare per ricordare e tramandare. Una pagina di storia, una pagina dell’Italia e del nostro popolo scritta all’ombra di quei monti che ancora oggi la custodiscono” conclude il regista.

Continua a leggere

Trending