Seguici sui Social

Cronaca

Turisti in strada al momento della sparatoria anticiperanno di quattro giorni la partenza da Castellammare


Pubblicato

il

Via-Roma

Castellammare di Stabia. “Dei turisti stranieri si trovavano nei paraggi della sparatoria”. A dirlo è un noto albergatore di Castellammare di Stabia che racconta, con rammarico, la partenza anticipata di alcuni turisti che alloggiavano presso la sua struttura dopo aver assistito alla sparatoria di ieri pomeriggio in Via Roma. “Sono rientrati atterriti e anticiperanno la loro partenza di quattro giorni”. Momenti di panico intorno alle 18.30 quando durante una lite un 26enne, arrestato questa mattina, ha sparato a C.D. un imprenditore 52enne, ferendolo ma non gravemente. Fortunatamente è stato evitato il peggio, in quel momento lungo quell’arteria stradale vi erano molte automobili e tante persone a piedi. I turisti, che avevano scelto Castellammare di Stabia per soggiornare, lasceranno la città questa mattina anticipando quindi la partenza di quattro giorni.
“A Castellammare abbiamo ormai raggiunto, e anche superato, la soglia critica – scrivono in una nota Articolo 1 e il gruppo consiliare di Liberi e Uguali – Uscire da casa é pericoloso, lasciare che i nostri figli vadano a passeggiare in villa é pericoloso per le baby gang che la infestano. Dove vogliamo arrivare sindaco Cimmino?  É allarme sicurezza, e non basta condannare questo gesto criminale. Qui si é trattato, pare, di una lite, ma quello che preoccupa e indigna è la facilità con cui qui in città ci si può beccare una pallottola. Non é ammissibile che accadano cose del genere, una strada centralissima, in una sera d’estate. Non ci possiamo più nascondere che siamo in pieno allarme sicurezza, e su più fronti. Sindaco, chieda subito di convocare il comitato per l’ordine e la sicurezza, e pensi a tutelare – concludono – i suoi concittadini”.  Il Partito Democratico, invece, chiede basta proclami e di iniziare con l’assunzione di responsabilità. “Sarebbe facile addossare le colpe, infierire su una amministrazione lasciva ed inerme di fronte ai ripetuti episodi eclatanti di delinquenza consumati in città – scrivono in una nota – Spari in pieno centro in un pomeriggio vissuto da tanta gente per strada. Eppure agli strillatori alla luna, a quelli che chiedevano l’esercito per strada, a quelli dei presidi permanenti di caschi blu, a quelli che parlavano del far west rispondiamo con la responsabilità di chi comprende cosa significa essere al governo di una città. L’avete finito con i proclami, la finite con le pagliacciate in strada, la smettete con la saccenteria e la superbia di un assessore inefficace ed inutile. Ecco smettetela! Noi siamo pronti a fare la nostra parte ed unirci al grido di allarme di una intera città. Il tema della sicurezza appartiene a tutti, appartiene alle nostre famiglie ai nostri figli, tutti potenziali vittime di una follia omicida come quella paventatasi oggi. Oggi non è il tempo delle strumentalizzazioni ( che a parti inverse avremmo sentito ad iosa). Oggi è il tempo di far fronte comune e chiedere al Governo ed ai vertici delle Forze dell’ordine un controllo del territorio più serrato. Noi siamo qui con serietà e responsabilità”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Continua a leggere

Cronaca

Vandali in azione in Villa Comunale: danneggiate le attrezzature sportive

Dopo le giostrine, ora tocca alle attrezzature sportive nei pressi del Viale degli Artisti

Pubblicato

il

Vandali

Castellammare di Stabia. Vandali in azione in Villa Comunale. Questa volta ad essere state danneggiate le attrezzature sportive utilizzate da chi sceglie di fare attività fisica sul Lungomare ed installate su due punti del litorale. Dopo le giostre per i più piccoli, che già più di una volta sono state riparate, ora tocca alle attrezzature per gli atleti. Ad essere protagonisti di questi atti vandalici sono spesso gruppi di ragazzi che distruggono tutto per il semplice gusto di danneggiare gli arredi pubblici. emidav

LEGGI ANCHE: 
Le giostre per bambini «sfasciate» dagli adolescenti: scempio in villa comunale

Continua a leggere

Trending