Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Tumori in città, più della metà non sopravvive. I dati nel nuovo portale dell’ASL

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

. Arriva un nuovo portale interattivo che raccoglie tutti i dati della popolazione colpita da malattie oncologiche. I dati non sorridono alla città di Castellammare di Stabia che nel periodo compreso tra il 2008 e il 2016 conta un aumento di 3150 casi registrati, divisi per 1760 maschi e 1390 femmine. In alcuni casi si tratta anche di tumore multiplo. Più della metà non sopravvive alla malattia, i decessi infatti negli ultimi otto anni sono 1519 su 3150 casi registrati. La media è di 350 casi registrati ogni anno. Sono i numeri che emergono dal nuovo registro tumori pubblicato la scorsa settimana dall’Azienda Sanitaria Locale. I primi cinque più frequentemente diagnosticati in città sono al polmone, alla mammella, alla prostata, colon retto, vescica e tiroide. Il proliferarsi di queste malattie non è solo da associare ad uno stile di vita poco regolare ma anche e soprattutto all’inquinamento ambientale. Dal fiume Sarno alle vecchie fabbriche, nel nostro territorio si muore ancora di tumore ai polmoni per amianto.  L’amianto è stato utilizzato fino agli anni ottanta per la coibentazione di edifici, tetti, navi. Poi si scoprì la pericolosità per la salute umana.  Il primo stato a bandire l’amianto fu l’Islanda nel 1983. In Italia è stato vietato solo nel 1992. I dati medi che raccontano Castellammare  di Stabia restano in linea con la media regionale, tuttavia la Campania resta la regione d’Italia dove si registrano più casi rispetto al territorio nazionale. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Pubblicità

Cronaca

Emergenza Covid, l’Asl Napoli 3 cerca 120 infermieri: il bando

Avatar

Pubblicato

il

L’asl cerca 120 infermieri per l’emergenza Covid

. L’ASL Napoli 3 Sud cerca infermieri da poter impiegare per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. L’azienda sanitaria locale cerca 120 infermieri che saranno valutati per titoli da impiegare nelle strutture sanitarie di competenza. Si tratta di un contratto a tempo determinato per la durata di otto mesi che potranno essere anche rinnovabili. Il tutto dipenderà ovviamente dall’emergenza sanitaria e il suo evolversi. La domanda di partecipazione dovrà essere inviata, secondo le modalità previste dal bando, entro l’8 dicembre, attraverso una procedura telematica. Una volta formulato l’elenco saranno poi valutati i curricula professionali dei vari candidati. IL BANDO

AVVISO120PP_INFERMIERE__002__CONCORSI

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending