Seguici sui Social

Cronaca

Centinaia in strada per San Catello, il Vescovo: “Dobbiamo contribuire a dare un futuro più vero e più giusto alla nostra città”

Pubblicato

in

San-Catello-Fincantieri


Castellammare di Stabia. Grande partecipazione questa mattina alla processione del santo patrono. Una piazza gremita ha accolto l’uscita di San Catello dalla Concattedrale che ha sfilato per le strade del centro città. Il patrono ha fatto anche la sua tradizionale tappa allo stabilimento Fincantieri di Piazzale Amendola dove l’Arcivescovo Alfano ha salutato gli operai della fabbrica il cui futuro è avvolto nell’incertezza. “Quella in Fincantieri – ha detto l’Arcivescovo Alfano – non è una tappa scontata. In questa fabbrica batte il cuore della città. Qui c’è storia, attese e speranze dei nostri concittadini. Qui si recupera il senso del lavoro come tratto distintivo del cammino da fare insieme”. Il Vescovo Alfano dal palco montato dagli operai ha anche riservato un pensiero ai giovani. “Sono loro a dovere affrontare un tempo importante, ma difficile, della loro vita. Nel disegno di Dio il lavoro ha una parte importante. Noi tutti dobbiamo contribuire a dare un futuro più vero e più giusto alla nostra città partendo da un lavoro riconsegnato soprattutto ai giovani”. (emidav)CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Cronaca

Chiede il risultato del tampone, l’ASL sbaglia e le dà il numero della casa di riposo

Pubblicato

in

Clamoroso errore dell’ASL che per sbaglio ha dato alla paziente il numero di una casa di riposo

Clamoroso errore dell’ASL che ha dato ad una paziente il numero della casa di riposo. L’episodio, che viene dalla Penisola Sorrentina, per l’esattezza Piano di Sorrento, ed è stato postato sulla pagina Reporter Sorrento, racconta di una donna che era da diversi giorni in attesa dell’esito del tampone naso-faringeo ed ha chiamato l’ASL per ricevere informazioni. “Ho fatto il tampone e dopo sei giorni – racconta – ne il Comune e ancora non so nulla del tampone, nessuno mi calcola, nessuno si é minimamente preoccupato di darmi una notizia. Ho chiamato tutti ma nessuno che mi sappia dare una risposta esaustiva, mi passano da un centralino all’altro. La risposta é sempre la stessa “non é di nostra pertinenza”.  E non solo, nel corso di queste telefonate ci sarebbe stato un clamoroso errore da parte di un funzionario dell’ASL che avrebbe fornito – racconta la donna –  un numero di telefono per poter chiedere maggiori informazioni, solo che questo era il numero di una casa di riposo per anziani. “Non chiedo chissà cosa solo sapere il risultato del mio tampone. Tutto qui”.

Continua a leggere

Trending