Seguici sui Social

Sport

Una Juve Stabia perfetta nel deserto del Menti: battuto 3-1 lo Spezia


Pubblicato

il

spezia

La Juve Stabia, nonostante l’assenza del suo grande pubblico, sforna una prestazione quasi perfetta e batte 3-1 il più quotato Spezia. Magiche le punzione di Calò nella prima frazione e di Forte nella ripresa, bravissimo Bifulco a chiudere il match dopo il gol dell’1-2 di Ricci dal dischetto. Molto bene tutti, uno su tutti il solito, preciso e pungente Jack Calò. Ma una menzione particolare la meritano anche i ragazzi della Sud che si sono fatti sentire sia dall’esterno del Menti sia sui balconi adiacenti allo stadio. Una domenica strana ma perfetta per la Juve Stabia. Tre punti che sanno d’ossigeno e di permanenza di B. E anche le polemiche societarie, in questo modo, sono alle spalle.
I primi 45 minuti nel deserto del Menti sono comunque piacevoli. Le due squadre hanno dato vita a una prima frazione ricca di giocate e azioni offensive degne di nota. La prima chance è per i padroni di casa: Calvano raccoglie al limite dell’area un pallone invitante e calcia a giro sul secondo palo, la sfera esce fuori di un soffio. Meglio la Juve Stabia complessivamente e il vantaggio di Calò a metà primo tempo è meritata: il numero 5 gialloblu’ è autore di un’altra magia, ancora su punizione, da posizione defilatissima. Lo Spezia reagisce con un Federico Ricci a tratti incontenibile, ma la migliore occasione per siglare la seconda rete è per gli uomini di Caserta: Forte approfitta di uno scivolone di Matteo Ricci e si invola verso la porta, ma la sua conclusione viene rigettata in campo dalla traversa.

La ripresa è ancor più scoppiettante della prima frazione. Ciò che non cambia è la modalità del secondo gol stabiese: punizione al limite dell’area, Calò e Forte sul pallone, quest’ultimo trova un angolino perfetto che spiazza ancora una volta un incolpevole Scuffet. Sul 2-0 Caserta cambia un pò le carte in tavola inserendo Bifulco al posto di Buchel. Un cambio tattico che costringe i suoi ad abbassarsi troppo e rischiare più volte di subire una rete. Lo Spezia alla fine riesce ad accorciare su calcio di rigore con Ricci. Ma la disattenzione difensiva prima di Allievi e poi di Troest è piuttosto evidente. Dopo la rete dell’1-2 i padroni di casa non riescono più a ripartire fin quando Forte, bravissimo nella sponda per Canotto, libera un contropiede perfetto: il numero 18 va via al suo diretto interessato e serve a Bifulco il più semplice dei palloni da spingere in rete. Un 3-1 pesantissimo che sarebbe potuto essere ancor più ampio se la conclusione di Fazio non fosse stata respinta dal palo dopo un altro contropiede orchestrato benissimo da Bifulco e Canotto.

TABELLINO JUVE STABIA-SPEZIA 3-1
JUVE STABIA (4-3-3): Provedel, Fazio, Troest, Allievi, Ricci, Calò, Calvano, Buchel, Di Mariano, Canotto, Forte. A disposizione Russo, Polverino, Melara, Rossi, Di Gennaro, Bifulco, Izco, Todisco, Cissè, Mastalli, Vitillo. Allenatore Fabio Caserta
SPEZIA (4-3-3): Scuffet, Ferrer, Capradossi, Erlic, Marchizza, Ricci Matteo, Bartolomei, Maggiore, Ricci, Gyasi, Nzola. A disposizione Krapitas, Desjardinis, Vignali, Ramos, Acampora, Mora, Di Gaudio, Galabinov, Mastinu, Gudjohnsen, Terzi, Bidaoui. Allenatore Vincenzo Italiano
MARCATORI: Calò(JS), Forte(JS), Ricci(S), Bifulco(JS),


Continua a leggere

Sport

Commissione paesaggio, Cimmino tira i remi in barca: arriva lo stop alle nomine

Il sindaco rinvia tutto a dopo l’esito delle verifiche della commissione d’accesso

Pubblicato

il

commissione paesaggio

Il sindaco tira i remi in barca e decide di rinviare la nomina dei componenti della commissione paesaggistica. Il momento è delicato e tutti sono in attesa della relazione conclusiva della commissione d’accesso, ormai al rush finale delle verifiche su eventuali condizionamenti della camorra nelle attività politico-amministrative di Palazzo Farnese.

Gaetano Cimmino, dopo aver consultato il cerchio magico in una cena in un locale stabiese, ha comunicato all’opposizione la volontà di rinviare qualsiasi nomina in questo periodo, rispondendo positivamente all’appello dei consiglieri di minoranza. La motivazione ufficiale è la necessità di una modifica al regolamento della commissione paesaggistica, garantendo anche le pari opportunità e l’ingresso di una figura come quella del geologo. Chiaramente si nasconde anche una motivazione politica, vale a dire quella di rinviare tutto a dopo l’esito della commissione d’accesso per non generare ulteriori polemiche.

Quindi si andrà in consiglio comunale il 30 novembre, ma saltando l’elezione dei cinque membri della commissione paesaggistica e rinviare il tutto a dopo l’uscita di scena degli ispettori del Viminale.

Daniele Di Martino 

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica