Seguici sui Social



Politica

Gragnano, Mascolo: «Il restyling di via dei Pastai toccava ai pastifici e non al Comune»

Pubblicato

il

PUBBLICITA


I 236.000,00 euro stanziati dal Comune  potrebbero essere utilizzati per riqualificare altre strade cittadine, anch’esse in situazioni critiche e meritevoli di interventi significativi e qui l’elenco sarebbe davvero lungo

“Il restyling di via dei Pastai toccava ai pastifici e non al Comune”. A dirlo è il consigliere di opposizione Patrizio Mascolo che accusa l’amministrazione di addossarsi spese “con fondi che potevano essere utilizzati sì per la riqualificazione di strade,  ma non certo di via dei Pastai”. Per Mascolo “Il manto stradale – dice in una nota – è stato danneggiato dai camion diretti proprio negli stabilimenti di produzione”.
“I pastifici – prosegue Mascolo – hanno avuto la possibilità  di espandersi in tutto il mondo, fregiandosi del riconoscimento IGP affiancato al nome Gragnano dovrebbero impegnarsi di più per dare una mano alla città che ha reso possibili i loro successi imprenditoriali.
Quindi andava chiesto ai pastifici di contribuire economicamente al rifacimento di quell’area stradale, dato che il danneggiamento è dovuto proprio ai camion in transito verso l’area industriale.
In questo modo i 236.000,00 euro stanziati dal Comune  potrebbero essere utilizzati per riqualificare altre strade cittadine, anch’esse in situazioni critiche e meritevoli di interventi significativi e qui l’elenco sarebbe davvero lungo.

“Strade più sicure, aree attrezzate, parcheggi e attraversamenti pedonali illuminati” sono obiettivi che dovrebbero essere i punti cardine di qualsiasi amministrazione comunale e quindi non posso fare altro che condividere questa linea politica, ma non ne condivido le modalità con le quali si vogliono raggiungere. In questi anni, abbiamo più volte posto l’attenzione sull’importanza di riqualificare le strade cittadine, effettuando interventi di rifacimento del manto stradale nell’ottica di garantire una maggior sicurezza sia agli automobilisti e sia ai pedoni, ma in riferimento a quello di via dei Pastai ritengo opportuno chiedere una mano agli stessi pastifici. Quanto all’accordo di programma tra il Comune ed il Pastificio Garofalo con il quale sono state cedute all’Ente due aree, una da destinare ad area attrezzata e l’altra a parcheggio, spero siano progetti fattivi e immediati, e non restino parole che mai diventano fatti come capitato con la quasi totalità delle piazzette cittadine abbandonate e trascurate e con l’ex scalo merci ferrovia che chissà quando vedrà il suo completo recupero”.


Politica

Allarme furti e rapine, Fratelli d’Italia alza la voce: “Subito le telecamere”

Pubblicato

il

furto-negozio-castellammare

«L’allarme criminalità deve diventare un tema centrale dell’azione amministrativa. Da giorni assistiamo a continui raid tra furti e rapine ai danni di attività commerciali già in ginocchio per via della pandemia. A Palazzo Farnese serve un osservatorio costante e un comitato interforze permanente per combattere i fenomeni delittuosi che stanno causando danni enormi all’economia stabiese». E’ quanto sostiene Fratelli d’Italia, attraverso il commissario cittadino Michele Aprea ed il capogruppo Ernesto Sica.
«I raid di questi giorni hanno interessato supermercati, ma in genere anche negozi di vicinato di generi alimentari – proseguono Michele Aprea e Ernesto Sica – Non è escluso che proprio la crisi economica che ha interessato le famiglie stabiesi, provati dalla crisi pandemica ed abbandonati a se stessi dal governo Conte, induca a gesti del genere. La criminalità e la crisi sono due facce della stessa medaglia. Per questo chiediamo al sindaco Gaetano Cimmino e alla maggioranza di mettere sul piatto della discussione i fatti di micro-criminalità che stanno incalzando. Senza dimenticare della necessità impellente di installare telecamere di videosorveglianza. Fratelli d’Italia ha più volte chiesto tempi celeri e certi per dotare la città di un sistema all’avanguardia. Ora non c’è più tempo da perdere».

Continua a leggere