Seguici sui Social

Calcio

Juve Stabia, non ci sono più scuse: domani sera conta solo vincere

Pubblicato

in

juve stabia


Domani sera conta soltanto vincere. Basta scuse, basta interventi post partita per cercare una scusante per una sconfitta meritata. Tre punti per continuare a sperare. VINCERE!

È la vigilia più importante degli ultimi anni in casa Juve Stabia. Domani al Romeo Menti di Castellammare arriverà la Cremonese di mister Pierpaolo Bisoli. Una sfida salvezza, una sfida importante per entrambe le compagini, quelle da vincere per cercare di salvare un’intera stagione.
Le sorti delle Vespe sono appese a un filo: a un passo dalla retrocessione diretta, a 4 dalla salvezza senza passare per i playout. Vincere domani è obbligatorio perché nel prossimo week end ci sarà una trasferta che sa di finale in quel di Cosenza ed è lì che probabilmente si deciderà la retrocessione dell’una o dell’altra squadra.

Le opzioni pareggio o sconfitta, domani sera, non dovranno proprio esistere. Nella testa dei giocatori gialloblu’ dovrà esserci un solo imperativo: vincere. Vincere solo ed esclusivamente per una piazza arrabbiata e delusa per quest’ultimo, indecente, mese e mezzo di stagione. Vincere perché retrocedere nuovamente in C, dopo la cavalcata dello scorso anno, significherebbe fallimento e ripetere una stagione come quella passata appare davvero impossibile. Vincere per cercare di giocarsi tutte le carte fino all’ultimo secondo di stagione regolare e nella peggiore delle ipotesi giocarsi un playout ad agosto con il coltello tra i denti e la bava alla bocca.

Domani tutti i componenti della rosa e dello staff tecnico non avranno scuse. Non ci sarà condizione fisica o arbitraggi che tengano: bisognerà solo vincere. Resettare tutto, non pensare alle sciagurate sconfitte dell’ultimo periodo e nemmeno alle buone prestazioni di Frosinone e contro il Chievo. Domani sarà sfida a parte. Vincere o “morire”, questo dovrà essere il diktat pre gara. Il tempo delle prestazioni scialbe e senza senso è finito. Attributi e fame di vittoria dovranno essere le armi in più contro una Cremonese certamente non più forte della Juve Stabia. Ma questo bisognerà poi dimostrarlo sul campo. Al triplice fischio dell’arbitro a festeggiare una vittoria dovranno essere gli uomini con la maglia giallo e blu. Al triplice fischio si vedrà quanto questi ragazzi tengano alla maglia che indossano. Prima di allora, però, bisognerà combattere. E vincere. L’abbiamo detto tante volte? No, poche. Perché questo concetto deve assolutamente entrare nella testa dei calciatori. Chiudiamo, quindi, con una celebre frase: “Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso.” Lottate per un popolo, vincete per questa maglia!

Calcio

Parola ai fratelli Langella: domani partirà ufficialmente la nuova era della Juve Stabia

Pubblicato

in

fratelli langella

Domani partirà ufficialmente il nuovo corso della Juve Stabia targato fratelli Langella. La curiosità è tantissima

Dopo mesi e mesi di proteste, di preoccupazioni, di richieste da parte dei tifosi di chiarezza e trasparenza, finalmente il grande giorno è arrivato. Qualche ora fa è arrivata una comunicazione importante da parte della società Juve Stabia: domani Andrea e Giuseppe Langella parleranno finalmente alla piazza. “Si comunica che domani, sabato 26 settembre, alle ore 11:30, presso la sala stampa dello Stadio Romeo Menti, si terrà la conferenza stampa del presidente Andrea Langella e del socio Giuseppe Langella“. Questa la breve ma veramente importante nota societaria.

Sono passati tantissimi giorni dall’ultima volta che uno dei vertici societari parlasse, ma come afferma un famoso proverbio italiano “meglio tardi che mai”. Questa conferenza stampa, se condotta bene, potrebbe davvero essere l’evento più importante dell’ultimo periodo. Più delle cessioni eccellenti e degli acquisti che tardano ad arrivare. Dopo l’addio di Franco Manniello, gli stabiesi hanno bisogno di solidità e fiducia. Solo guardando negli occhi la nuova proprietà, ascoltando le loro prime parole, questa fiducia potrà esistere. E magari il sig. Andrea Langella spenderà due parole per la retrocessione che ancora brucia sotto il Faito.

Domani i due fratelli parleranno alla vigilia di campionato. Lo sciopero dei calciatori, pare essere saltato o quantomeno rinviato. Domenica la Juve Stabia e tutte le altre società scenderanno in campo per iniziare la Serie C. La mediazione di Gabriele Gravina ha funzionato: il presidente Figc ha messo d’accordo Aic e Lega Pro, le liste passano da 22 a 24 più un 2001. Una serie di notizie, queste, tutte fondamentali per i tifosi gialloblu’. Curiosi di conoscere quali saranno gli obiettivi di quest’anno e di conoscere i nuovi innesti, domani e dopodomani per loro saranno due giornate importanti: dichiarazioni dei fratelli Langella e inizio della stagione 2020/2021. Tutto in 48 ore, ore da vivere con trepidazione e con un pizzico di nostalgia ai tempi andati.

Continua a leggere

Trending