Seguici sui Social

Politica

Nuovo piano traffico, l’opposizione: “Basta fuggire dal confronto”

Pubblicato

in

Maresca-Cimmino


Basta fuggire dal confronto. Questo in sintesi il monito lanciato dall’opposizione in consiglio comunale. La giunta Cimmino è pronta ad approvare il piano di mobilità urbano, senza però aver avviato un confronto con tutte le forze politiche (a parte quelle di maggioranza). «Urge un incontro sul piano di mobilità, aldilà degli annunci l’assessore convochi le forze politiche e apra un confronto sulla mobilità cittadina – scrivono in una nota Giovanni Nastelli, Andrea Di Martino, Tonino Scala e Francesco Iovino – Il Pum è uno strumento fondamentale per la nostra città e crediamo sia giunto la fase di istituire un confronto con le commissioni consiliari e con tutti i soggetti competenti per approfondire le tematiche con l’obiettivo di porre in atto misure e azioni efficaci nell’ottica di una mobilità sostenibile.
Dagli organi di stampa e in base ai feedback che ci giungono negli incontri preliminari effettuate con le associazioni sono emerse vari punti che non convincono del tutto i soggetti coinvolti.
C’è bisogno di certezze sull’efficacia di un provvedimento cui è vietato sbagliare; al momento le uniche certezze arrivano purtroppo da un biennio amministrativo in cui il traffico in città è aumentato, la sosta selvaggia vige quasi dappertutto e in alcune zone c’è un assoluta anarchia; a ciò va aggiunto la perdita dei fondi regionali per il bando di cofinanziamento per la realizzazione delle piste ciclabili che fa da contraltare alle affermazioni dell’assessore sulla questione green che solo tali rimangono.
Scafarto, se non ha già deciso in maniera autonoma con la sua maggioranza o con una parte di essa, apre il confronto anche con le forze di minoranza che si rendono disponibili sin da subito su un tema di fondamentale importanza per la nostra città e la sua popolazione».

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Rimpasto di giunta, gli “infedeli” rischiano di restare senza assessori

Pubblicato

in

Prima l’analisi del voto, poi la verifica di chi ha veramente sostenuto il centrodestra alle regionali e poi il rimpasto di giunta. Questa è la road map che si sta tracciando in queste ore. Il sindaco Gaetano Cimmino e i suoi fedelissimi vogliono vederci chiaro in questa storia. I conti non tornano. Malgrado il centrodestra abbia registrato una delle migliori performance della provincia (ma non era impresa così difficile), ora è caccia ai consiglieri infedeli che hanno deciso di appoggiare candidati di De Luca. “Bisogna capire chi sta veramente con noi” è il leit motive di queste ore a Palazzo Farnese. Nelle mattinate successive al voto, il primo cittadino ha ricevuto la visita di diversi esponenti di maggioranza. Una sorta di analisi del voto che approderà a una riunione con le segreterie dei partiti, così da tracciare la strada per arrivare al rimpasto. La prossima settimana potrebbe esserci il vertice decisivo per stabilire i criteri per trasformare la giunta tecnica in giunta politica. E in questo scenario i “traditori” rischiano l’isolamento politico.
di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending