Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, positivo un 37enne cinese 71enne: sale a 21 il numero dei contagiati

Pubblicato

in



Due nuovi cittadini positivi al Covid a Castellammare 

Castellammare di Stabia. Due nuovi casi positivi a Castellammare che portano a 21 il numero degli attualmente positivi in città. A comunicarlo in una nota è il sindaco Gaetano Cimmino.  L’Asl ci ha comunicato che altri due cittadini di Castellammare di Stabia sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di un 37enne di origini cinesi e di un 71enne che a seguito di alcuni sintomi sospetti si sono sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. Entrambi sono attualmente in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva e a loro auguro di guarire nel più breve tempo possibile, al pari degli altri 19 cittadini che stanno affrontano la loro battaglia col virus. Restiamo in guardia e rispettiamo le regole in questo momento così delicato. Remiamo insieme e restiamo uniti. Con maturità e senso di responsabilità, vinceremo questa sfida. Insieme ce la faremo”.

Cronaca

Coronavirus, stretta di De Luca: “Stop alla vendita di bevande alcoliche dalle 22”

Pubblicato

in

Nuova stretta del Governatore De Luca, stop alla vendita di bevande alcoliche 

Era nell’aria già da qualche giorno, alla fine è arrivata l’attesa stretta da parte del governatore della Campania Vincenzo De Luca. A meno di una settimana dal ripristinato obbligo di indossare la mascherina all’aperto, il Presidente della Regione prova a limitare la movida nel tentativo di contenere un contagio da Covid-19 che sta assumendo contorni sempre più allarmanti. Mai così tanti positivi in Campania (ieri record con 295 casi) e De Luca ha capito che non si può più aspettare: l’ordinanza firmata e immediatamente vigente, per il momento sarà  in vigore fino al 7 ottobre, ma e’ praticamente certo che sarà prolungata anche dopo tale data in conseguenza delle valutazioni dell’Unità di Crisi sull’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata.

Nello specifico il giro di vite riguarda principalmente i locali (bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) ai quali è fatto divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione a partire dalle 22. Per il momento invece resta consentita la somministrazione al banco e ai tavoli, chiaramente nel rispetto dei protocolli vigenti.

Gli esercizi commerciali sono chiamati anche a tenere in funzione i distributori automatici e chi non potrà  garantire dette misure sarà obbligato a chiudere proprio alle 22. Il consumo di alcolici, anche non asportati dai locali, sarà in ogni caso vietato dalle 22 alle 6 nelle aree pubbliche, nelle ville e nei parchi comunali e nei pressi di bar e altri locali. Limitazioni anche per le feste e i ricevimenti, consentiti esclusivamente nel rispetto del limite massimo di 20 partecipanti per evento e sempre nell’osservanza delle misure di prevenzione e sicurezza. Per il resto rimane sospesa l’attività di sagre, fiere e di ogni attività o evento il cui svolgimento non avvenga in forma statica e con postazioni fisse, mentre per cinema, teatri e spettacoli dal vivo il proseguimento delle programmazioni è subordinato sempre ai rigidi protocolli.

Ultima ma non per importanza, la disposizione che riguarda i mezzi di trasporto pubblico con il divieto di salire a bordo per chi non indossa la mascherina. I passeggeri che non rispetteranno questa previsione saranno sanzionati e invitati a scendere immediatamente dal veicolo. In caso di rifiuto, deve essere disposto il blocco del bus o del treno e richiesto l’intervento immediato delle forze dell’ordine.

Continua a leggere

Trending