Seguici sui Social



Politica

Ciclovia del Golfo da Pozzuoli a Massa Lubrense, l’idea del candidato Francesco Somma

Pubblicato

il

PUBBLICITA


La proposta del candidato Francesco Somma (+Campania) di creare una pista ciclabile lungo tutta la costa del golfo di Napoli 

L’Obiettivo è realizzare circa 76 km di percorsi per le bici, recuperando tratti già esistenti e realizzandone di nuovi, tra piste ciclabili vere e proprie o tragitti sicuri. In tutta Italia  – commenta Francesco Somma – candidato con Più Campania in Europa alle prossime elezioni regionali – sta nascendo una fitta rete di ciclovie. Non solo percorsi cicloturistici, ma proprio una rete di itinerari alternativi per chi preferisce le due ruote alle quattro. La mia idea è quella di fornire strade dedicate alle due ruote attraverso cui spostarsi e raggiungere i vari punti del nostro golfo che si estende da Pozzuoli fino alla Penisola Sorrentina. In altre Regioni d’Italia –prosegue Somma- soprattutto in Emilia Romagna – si sono sperimentate con successo ciclovie regionali. L’idea è quella di favorire un altro tipo di mobilità rendendo più facile e piacevole la fruizione delle principali risorse culturali, naturali, ambientali e paesaggistiche. Sono convinto che Regione Campania in accordo con gli enti locali possa impegnarsi , come regione pilota per il Sud Italia per la nascita e la messa a regime di una rete di itinerari ciclabili che percorrono la linea di costa individuata. Le vacanze  sulle due  ruote sono , dati alla mano, una risorsa strategica  e rappresentano un fattore di tutela ambientale da non sottovalutare oltre che una fonte di guadagno per i comuni interessati . Tante sono le attività e i comuni  del nostro territorio che hanno scommesso sul turismo slow e sostenibile  ecco perché la bicicletta può rappresentare  un veicolo non solo di trasporto, ma un mezzo utile a valorizzare le nostre bellezze locali’’.


Politica

Allarme furti e rapine, Fratelli d’Italia alza la voce: “Subito le telecamere”

Pubblicato

il

furto-negozio-castellammare

«L’allarme criminalità deve diventare un tema centrale dell’azione amministrativa. Da giorni assistiamo a continui raid tra furti e rapine ai danni di attività commerciali già in ginocchio per via della pandemia. A Palazzo Farnese serve un osservatorio costante e un comitato interforze permanente per combattere i fenomeni delittuosi che stanno causando danni enormi all’economia stabiese». E’ quanto sostiene Fratelli d’Italia, attraverso il commissario cittadino Michele Aprea ed il capogruppo Ernesto Sica.
«I raid di questi giorni hanno interessato supermercati, ma in genere anche negozi di vicinato di generi alimentari – proseguono Michele Aprea e Ernesto Sica – Non è escluso che proprio la crisi economica che ha interessato le famiglie stabiesi, provati dalla crisi pandemica ed abbandonati a se stessi dal governo Conte, induca a gesti del genere. La criminalità e la crisi sono due facce della stessa medaglia. Per questo chiediamo al sindaco Gaetano Cimmino e alla maggioranza di mettere sul piatto della discussione i fatti di micro-criminalità che stanno incalzando. Senza dimenticare della necessità impellente di installare telecamere di videosorveglianza. Fratelli d’Italia ha più volte chiesto tempi celeri e certi per dotare la città di un sistema all’avanguardia. Ora non c’è più tempo da perdere».

Continua a leggere