Seguici sui Social

Politica

Conto alla rovescia per il piano di mobilità, cambiano tutti i sensi di marcia. Ecco quali

Pubblicato

in



Il 27 settembre parte il nuovo piano di mobilità. Si parte con una ztl graduale al centro cittadino, per chiudere definitivamente al traffico le principali strade dello shopping. Per fare questo sono necessari alcuni cambi di marcia e oggi il comandante della polizia municipale ha firmato l’ordinanza. Ecco tutti i cambi: in VIA AMATO è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA secondo la direzione da via Roma “a via Marconi; all’intersezione VIA AMATO/VIA G. MARCONI è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A SINISTRA. In VIA SILIO ITALICO è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA secondo la direzione da via Marconi “a via Plinio il Vecchio; all’intersezione VIA SILIO.
ITALICO/VIA PLINIO IL VECCHIO è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A DESTRA. In VIA PLINIO IL VECCHIO è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA in entrambe le corsie separate, secondo la direzione da via Denza “a via Amato. All’intersezione VIA PLINIO IL VECCHIO/VIA AMATO, è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A DESTRA.
In VIA SAN VINCENZO è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA secondo la direzione da via Santa Maria dell’Orto “a via Regina Margherita; all’intersezione via S. VINCENZO/VIA REGINA MARGHERITA, è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A SINISTRA.
In VIA PRINCIPE AMEDEO è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA secondo la direzione da via San Vincenzo “a via Marconi; all’intersezione VIA PRINCIPE AMEDEO/VIA G. MARCONI, è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A SINISTRA.
In VIA DEL CARMINE è istituita la CIRCOLAZIONE A SENSO UNICO DI MARCIA secondo la direzione da via Roma “a corso Vittorio Emanuele; all’intersezione VIA DEL CARMINE/VIA ROMA, è istituito l’OBBLIGO DI ARRESTO (Stop) e di SVOLTA A DESTRA.

Pubblicità

Politica

Scafarto si dimette, il sindaco tentenna: “Decidiamo insieme”. Ma la maggioranza spinge per l’addio dell’assessore

Pubblicato

in

Gianpalo-Scafarto

L’assessore Scafarto si dimette, il sindaco tentenna. Gaetano Cimmino non ha ancora deciso se accettare o meno le dimissioni delle’ex maggiore del Noe, oggi rinviato a giudizio nell’ambito del processo Consip.
“Ho apprezzato il senso di responsabilità mostrato dall’assessore Scafarto – fa sapere il sindaco Cimmino – La sua volontà di rassegnare le sue dimissioni a seguito di un rinvio a giudizio, e non di una condanna, è un gesto nobile che rivela le sue doti umane e il suo profondo rispetto nei confronti delle istituzioni, caratteristiche che vanno di pari passo con le qualità professionali che ho avuto modo di constatare sempre in questi due anni. Qualità di cui ero certo sin dal giorno in cui l’ho nominato in qualità di assessore tecnico nella mia giunta. La giustizia farà il suo corso. E mi auguro che Scafarto saprà dimostrare la sua innocenza all’esito del processo. Nei prossimi giorni avrò modo di confrontarmi in maniera più approfondita con lui per valutare insieme il da farsi”.
Nel frattempo le forze di maggioranza spingono per accettare le dimissioni, il sindaco così finisce all’angolo. Tra incudine e martello. Nei giorni in cui potrebbe materializzarsi il rischio zona rossa per Castellammare.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending