Seguici sui Social

Cronaca

Museo di Stabiae: già 500 visitatori nel weekend

Pubblicato

in



Boom di visite nel primo weekend di apertura 

di Stabia. Tutti pazzi per il museo archeologico di Stabiae “Libero d’Orsi” aperto ufficialmente in settimana che ha registrato un boom di visite nel suo primo weekend di apertura. Il museo, sito presso la Reggia di Quisisana, ha registrato nel fine settimana circa 500 visitatori.  All’interno sono contenuti diversi reperti provenienti dalle ville di stabiae che sono stati in questi anni in mostra in tutto il mondo. Il Museo è aperto tutti i giorni, eccetto il martedì, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, con un ticket di ingresso di 6,00 euro + 1,50 euro di prevendita online (ridotto 2,00 + 1,50 euro, gratis per gli under 18).

Pubblicità

Cronaca

Covid, positivo il Sindaco di Agerola: l’annuncio sui social

Pubblicato

in

Il primo cittadino risultato positivo al Covid, l’annuncio in serata sui social

Agerola. E’ arrivato ieri sera l’annuncio che ha fatto lui stesso sui social. Il Sindaco di Agerola è risultato positivo al Coronavirus «Sono in isolamento domiciliare da stasera» perchè «Sono positivo». A scriverlo sul profilo personale il primo cittadino del piccolo comune dei monti lattari.  «Ve lo dico così, senza giri di parole, con l’umanità che ha sempre contraddistinto il nostro rapporto. Ho contratto il coronavirus e ora sarò costretto alla quarantena. Al momento – scrive – sono asintomatico e sono piuttosto sereno per le mie condizioni complessive anche se assai rammaricato per non poter essere in prima linea in questi giorni cupi per la nostra comunità e per tutti. Ho rispettato tutte le indicazioni sanitarie relative al distanziamento, all’indossare la mascherina e all’igiene delle mani, ma ovviamente ciò non è bastato. Questo non fa che aumentare le mie ansie sul come agisca questo subdolo virus, ma abbiamo il dovere di difenderci e di difendere i nostri cari! Vi invito al rigoroso rispetto delle regole: è necessario, è fondamentale!
La splendida squadra di Amministratori e di dipendenti comunali che instancabilmente dedica tutte le sue energie ad Agerola saprà sostituirmi al Comune. Per parte mia, da casa, continuerò a lavorare come sempre per il benessere e la crescita della nostra Comunità.
Abbiamo tutti il dovere di restare uniti ma distanti, di proteggere la vita, di tutelerare i più deboli, i piccoli e i fragili! La nostra bellissima terra ci tutela ma non ci rende incolumi, restiamo famiglia, comunità: proteggiamoci».

Continua a leggere

Trending