Seguici sui Social

Politica

Regionali 2020. Presentazione lista Più Campania in Europa: l’impegno di Francesco Somma 

Pubblicato

in



Presentata quest’oggi la lista +Campania in Europa a sostegno del Candidato Governatore Vincenzo De Luca

“La Campania può essere prima in Italia per qualità della vita , innovazione, tutela dell’ambiente, lavoro, investimenti e cultura’’. E’ stata  presentata , oggi, a Napoli ,la Lista Più Campania in Europa per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca. All’incontro ha partecipato il dottor Francesco Somma candidato per la lista che si pone l’obiettivo di  portare un messaggio di innovazione, libertà e trasparenza laddove più serve, nella più grande regione del Sud. ‘’ Quello di oggi –  commenta Francesco Somma  alla sua prima esperienza in politica- è stato per me un momento davvero emozionante. La nostra lista non ha consiglieri regionali uscenti, è guidata da 5 donne nelle 5 circoscrizioni provinciali ed è formata da esponenti delle professioni, dell’accademia, del mondo del lavoro e delle amministrazioni civiche. L’obiettivo è uno solo: portare in Consiglio regionale delle sentinelle della trasparenza, della legalità e di una visione europea della Campania del futuro’’. Francesco , classe 1985, sposato, papà di due splendide bimbe, dirigente medico ,  impegnato da anni nel sociale e nella cooperazione internazionale a difesa dei più deboli ha scelto per questa tornata elettorale di impegnarsi in prima persona. ‘’L’entusiasmo è quello di un bambino che intraprende una nuova avventura, ma chi mi conosce sa bene quanto come medico e come persona io ci tenga a rispondere con responsabilità e impegno alla fiducia che mi viene accordata. Perciò voglio affrontare questo nuovo percorso con serietà e consapevolezza. Con il partito che rappresento, Più Campania in Europa , abbiamo  scelto di scommettere sul patrimonio umano, civile, sociale e culturale, materiale e immateriale, sulle intelligenze e sul sistema produttivo della Campania per una nuova stagione di sviluppo diffuso e sostenibile. La Campania ha in sé tutte le risorse per rilanciare il suo tessuto socioeconomico, rigenerare aree e settori depressi, tutelare i diritti dei propri cittadini e valorizzare le esperienze di partecipazione , cittadinanza attiva, e associazionismo. Da giovanissimo ho cominciato il mio percorso nel volontariato, prima in associazioni cittadine poi in Croce Rossa Italiana. Infine sono approdato al Volontariato Internazionale attraverso la ONG CPS – Comunità Promozione Sviluppo, della quale sono  stato anche Presidente . Questa esperienza mi ha letteralmente aperto un mondo, consentendomi di conoscere Paesi lontani e di mettere me stesso al servizio di chi ne aveva bisogno, in Italia e nel mondo. E’ con lo stesso spirito di servizio che affronto la battaglia per le regionali. Ho scelto, non a caso , come hashtag,  per questa avventura  , ‘#prendiamocene cura’ . Prendermi cura degli altri fa parte del mio quotidiano da sempre. Sono convinto che i nostri territori abbiano bisogno di più cura ed attenzione, di sguardi lunghi ed azioni concrete. In questi giorni , negli incontri che sto avendo nei territori, i cittadini chiedono di impegnarsi su cose semplici  a partire da una sanità più efficiente , da una mobilità all’altezza delle aspettative dell’utenza, di attenzione agli artigiani e alle piccole e medie imprese, di rilancio, di sviluppo , di attenzione a tutte le realtà lavorative in crisi.  Una delle prime cose che farò , una volta eletto, sarà impegnarmi nel potenziamento del Sistema Sanitario Regionale, a partire dalla rete della Medicina Generale, attraverso l’aggregazione dei medici di base e la costituzione di poliambulatori di Medicina Generale che abbiano le strutture, l’equipaggiamento diagnostico ed il personale (segreteria, OSS, infermiere, fisioterapista) adeguato per fornire assistenza diagnostica e terapeutica di base (Medicina 3.0). Sono da settimane a lavoro per dare concretezza a questo e ad altro per prendermene cura io con voi’’.

Politica

Piano traffico, l’Ascom lancia il referendum: “Saranno i cittadini a decidere”

Pubblicato

in

“Saranno i cittadini a decidere, non vogliamo essere etichettati”. L’Ascom, l’associazione commercianti, lancia una sorta di referendum sul piano di mobilità entrato recentemente in vigore con i primi cambi di sensi di marcia. Da domenica inizia anche la Ztl nel centro cittadino. ma sono tante le proteste.
“L’Ascom-Confcommercio di Castellammare di Stabia – si legge in una nota -, per il bene della Città e nell’interesse dei propri Soci, ha già espresso il proprio punto di vista e manifestato forti perplessità rispetto al nuovo piano traffico, trasmettendo una serie di comunicazioni ufficiali all’Amministrazione comunale già a partire dallo scorso mese di luglio, a seguito dell’incontro di presentazione svoltosi presso il Palazzetto del Mare. L’Associazione, con spirito costruttivo, ha offerto alla collettività e all’Amministrazione la massima collaborazione partecipando alla stesura delle linee guida del PUC (Piano Urbanistico Comunale), contenente le indicazioni di indirizzo del PUM (Piano Urbano della Mobilità), approvate in Consiglio comunale, che sono state realizzate insieme ai professionisti e alle associazioni dell’amministrazione condivisa. Purtroppo non siamo stati ascoltati, le nostre indicazioni sono state ignorate e non c’è stato il confronto preventivo più volte promesso dall’Amministrazione”.
Da qui l’idea di una sorta di referendum popolare: “A questo punto, lasciamo che siano i cittadini tutti ad esprimere il proprio parere non volendo essere strumentalizzati, né etichettati come quelli che intendono ostacolare lo sviluppo della città.
È doveroso precisare, inoltre, che il provvedimento adottato a Castellammare è in controtendenza rispetto a quanto si sta verificando in altre città dove si stanno adottando misure di contenimento dell’emergenza sanitaria – in linea con le indicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri – che prevedono la riapertura delle ZTL. Tuttavia ci riserviamo di intraprendere azioni a tutela dei nostri associati qualora non si ponga rimedio a questa disastrosa situazione nel più breve tempo possibile”.

Continua a leggere

Trending