Seguici sui Social

Politica

Somma e Mallardo: “Sfruttare al massimo le opportunità dell’Unione Europea”

Pubblicato

in



Il candidato al consiglio Regionale Francesco Somma e il candidato Domenico Mallardo parlano dei fondi comunitari e delle opportunità dell’Unione Europea

‘’Ogni anno i Comuni della nostra Regione perdono decine di opportunità di accedere a canali di finanziamento diretti con l’Unione Europea per la realizzazione di progetti sul proprio territorio’’ . E’ quanto rilevano i candidati di Piu’ Campania in Europa Francesco Somma e Più Giugliano Domenico Mallardo. Candidati l’uno per il Consiglio Regionale della Campania l’altro per il Consiglio Comunale di Giugliano accomunati entrambi da lunghe esperienze nel mondo della cooperazione internazionale e del volontariato . ‘Stiamo – afferma Francesco Somma – conducendo una campagna elettorale in lungo e in largo ascoltando le persone. Considero l’ascolto una dote fondamentale per chi si appresta a ricoprire un incarico politico. Ma ascoltare non basta bisogna trovare le soluzioni’’.
‘’Per trovare le soluzioni – aggiunge Domenico Mallardo – penso a forme di amministrazione condivisa. L’amministrazione condivisa è una formula organizzativa fondata sulla collaborazione tra amministrazione e cittadini: la novità di questo modello è, infatti, la parità tra cittadini e istituzioni. Al centro di questo modo di amministrare c’è il prendersi cura dei beni comuni come se fossero cose proprie. Perché, se ci pensiamo bene, le cose di tutti sono anche nostre’’ . ‘’Il nostro partito – spiega Francesco Somma – ha assunto l’impegno come primo atto dei consiglieri che Più Campania in Europa porterà nel Consiglio regionale della Campania di presentare una mozione a favore dell’accesso dell’Italia e della nostra regione ai fondi del Mes. Fondi necessari per la sanità, la scuola, il lavoro e la ripresa economica e sociale’’ . Sono i fondi europei e il loro corretto utilizzo la partita su cui si gioca gran parte del futuro della Campania. ‘’ Bisogna – prosegue Mallardo – sfruttare al meglio lo strumento dei fondi pubblici , sia quelli diretti che quelli indiretti’’. La lungimiranza della politica a questo fanno appello i due esponenti di Più Europa che chiedono l’istituzione di ufficio regionale e di singoli sportelli territoriali, per lavorare d’accordo con i comuni nell’ elaborare progetti competitivi che possano sfruttare al massimo le opportunità che ci offre”.

Politica

Rimpasto di giunta, gli “infedeli” rischiano di restare senza assessori

Pubblicato

in

Prima l’analisi del voto, poi la verifica di chi ha veramente sostenuto il centrodestra alle regionali e poi il rimpasto di giunta. Questa è la road map che si sta tracciando in queste ore. Il sindaco Gaetano Cimmino e i suoi fedelissimi vogliono vederci chiaro in questa storia. I conti non tornano. Malgrado il centrodestra abbia registrato una delle migliori performance della provincia (ma non era impresa così difficile), ora è caccia ai consiglieri infedeli che hanno deciso di appoggiare candidati di De Luca. “Bisogna capire chi sta veramente con noi” è il leit motive di queste ore a Palazzo Farnese. Nelle mattinate successive al voto, il primo cittadino ha ricevuto la visita di diversi esponenti di maggioranza. Una sorta di analisi del voto che approderà a una riunione con le segreterie dei partiti, così da tracciare la strada per arrivare al rimpasto. La prossima settimana potrebbe esserci il vertice decisivo per stabilire i criteri per trasformare la giunta tecnica in giunta politica. E in questo scenario i “traditori” rischiano l’isolamento politico.
di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending