Seguici sui Social

Cronaca

Turismo nell’era Covid19: criticità e prospettive. Un tavolo tecnico promosso dalla Deputata Di Lauro

Pubblicato

in



Tavolo tecnico con operatori del settore turistico-ricettivo questa mattina a Trecase

Prospettive e criticità del turismo nell’era Covid-19. Su questo tema diverse professionalità regionali e rappresentanti di categorie legate al turismo e alla ricettività si sono riunite in un tavolo tecnico a Trecase organizzato dalla deputata M5S Carmen Di Lauro. All’incontro ha preso parte anche il Viceministro allo Sviluppo Economico, Stefano Buffagni, e la candidata alla presidenza della Regione Campania per il M5S Valeria Ciarambino. “Il tavolo tecnico nasce dall’esigenza di mettere insieme tutte le professionalità del settore per cercare di trovare una soluzione comune alla ripartenza dopo l’improvviso scoppio della pandemia che ha letteralmente fermato un settore in espansione e di fondamentale importanza nel nostro territorio – ha affermato la Deputata M5S Carmen Di Lauro. La Campania ha perso di più rispetto alle altre regioni perché meta di presenze turistiche anche nei mesi di aprile e maggio quando il nostro Paese faceva ancora i conti con le restrizioni per fronteggiare la diffusione del contagio. Altro elemento penalizzante è stato sicuramente l’assenza di un valido e strutturato piano marketing. I nostri territori hanno una vocazione turistica naturale, penso alla Penisola Sorrentina, alla Costiera Amalfitana, le isole e il Cilento, o ancora le zone interne con i suoi caratteristici borghi.

Questa crisi può essere un’opportunità per il settore per rilanciarsi pensando anche a nuove forme di offerta e a mettere a sistema le categorie che fino ad oggi non ha ricevuto alcun coordinamento. Come Movimento 5 stelle siamo vicini e abbiamo a cuore il settore, mi auguro che la giornata odierna rappresenti un punto di partenza per una seria e costruttiva collaborazione tra politica, enti e attori coinvolti”. “La nostra regione deve vivere di turismo 365 giorni l’anno – ha detto la candidata Valeria Ciarambino – quello turistico-ricettivo è un comparto fondamentale sul quale punterò per risollevare in maniera sostenibile l’economia della nostra regione. Valorizzerò il turismo delle aree interne e quello agroalimentare e realizzerò una fiera del turismo internazionale, per far arrivare in Campania turisti da ogni parte del mondo”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Sottosegretario Buffagni che ha parlato dell’importanza del turismo per la Campania. “Il comparto turistico in Campania è fondamentale – ha detto il Vice Ministro – ed è per questo che siamo venuti qui per ascoltare i principali attori del settore e comprendere le problematiche. Tutto però è determinato da come sapremo reagire e affrontare questa nuova normalità e come si riuscirà a combattere questo virus”. La stima sulle perdite del settore alberghiero in merito a questa estate l’avevamo ipotizzata e significa diminuzione del Pil del Paese e quindi un impatto devastante per l’economia dell’intera Nazione. Tutti dobbiamo fare la nostra parte per combattere questo virus perché solo così possiamo sconfiggerlo e ritornare a parlare delle cose belle del Paese e questo aiuta anche a livello internazionale”.

Cronaca

Juve Stabia, Manniello lascia: “Grazie, 12 anni straordinari”. LA LETTERA

Pubblicato

in

Franco Manniello lascia la presidenza della Juve Stabia dopo 12 anni

Castellammare di Stabia. “Sono stati 12 anni straordinari, ricchi di soddisfazioni impagabili ed emozioni irripetibili che hanno portato la nostra squadra a giocare in quei palcoscenici che sognavo sin da bambino, dall’Artemio Franchi al Marassi, passando per il Bentegodi e l’Olimpico di Torino”.  Sono le parole di Franco Manniello che dopo dodici anni ha lasciato la guida della Juve Stabia, le cui quote sono andate ad Andrea Langella. Il presidente della Juve Stabia ha affidato ai social un messaggio a tutti i tifosi, postando le foto ritenute più significative di questa lunga presidenza con promozioni in Serie B e tanti altri successi.
Cari tifosi – scrive – poche ore fa ho ceduto le quote da me detenute nella Juve Stabia al Sig. Giuseppe Langella. Sono stati 12 anni straordinari, ricchi di soddisfazioni impagabili ed emozioni irripetibili che hanno portato la nostra squadra a giocare in quei palcoscenici che sognavo sin da bambino, dall’Artemio Franchi al Marassi, passando per il Bentegodi e l’Olimpico di Torino.
Il principale obiettivo della mia presidenza è stato quello di regalare una gioia alla mia città, mi auguro di esserci riuscito. Ho fatto calcio sempre e soltanto per passione per quei colori che amo come voi, mi auguro lo abbiate capito. Sono felice di lasciare la nostra squadra nelle solide mani della famiglia Langella, come sapete non è semplice trovare interlocutori seri e affidabili nel mondo del calcio. Sono sicuro che saranno capaci di riportare la Juve Stabia al più presto nel calcio che conta! Concludo ringraziando chi ha reso possibile questo sogno, ovvero la mia famiglia che mi ha sopportato, lo staff il cui lavoro è sempre stato encomiabile, e naturalmente voi fedelissimi che non avete mai fatto mancare il vostro sostegno ovunque giocassero le Vespe. Con affetto, Franco
Continua a leggere

Trending

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?