Seguici sui Social
PUBBLICITA


Politica

Cimmino&Cimmino, «bacchettata» a Ungaro. Falchi in agguato: nel mirino la presidenza del consiglio

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

I nervi sono a fior di pelle. Dopo le dimissioni di Scafarto, il centrodestra si divide tra «falchi» e «colombe» (più falchi che colombe in verità). Il giocattolo si è rotto e si intuisce quando in consiglio comunale il sindaco Cimmino bacchetta il presidente del consiglio comunale Vincenzo Ungaro. In realtà, la «bacchettata» è in concorso con un altro Cimmino, Antonio, presidente della commissione Urbanistica e Lavori pubblici. Il pomo della discordia sarebbe il mancato invio in commissione di alcuni atti relativi a un debito fuori bilancio, generato da lavori di somma urgenza ad un fabbricato del centro antico
Un segnale per niente positivo e che potrebbe nascondere dell’altro. Come ad esempio l’ambizione di diverse forze politiche a esprimere il presidente del consiglio comunale. Tra queste proprio Forza Italia e in particolare Antonio Cimmino. Il tutto in ottica rimpasto, accelerato dalle dimissioni (solo a voce) di Gianpaolo Scafarto.

Daniele Di Martino

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Supercinema in vendita, Di Martino (IV) al sindaco: «Il Comune acquisisca il teatro»

Avatar

Pubblicato

il

Il Supercinema è in vendita. L’ultimo teatro stabiese rischia l’estinzione. Da qui l’idea di salvare capre e cavoli e realizzare finalmente il teatro comunale. La proposta arriva da Andrea Di Martino, capogruppo di Italia Viva in consiglio comunale. L’ex vicesindaco chiede al Comune di acquisire la proprietà, attraverso una interrogazione consiliare: «Considerato che la proprietà del cineteatro Supercinema, ha pubblicato avviso, con cui mette in vendita la struttura. Considerato che sono anni che c’è un movimento culturale in città, che fa istanza di avere un teatro stabile pubblico comunale. Si interpella il sindaco per sapere se intende acquistare la struttura, prevedendo nella prossima manovra di bilancio, le risorse proprie e quelle reperibili in istituzioni superiori attraverso l’adesione a bandi, necessarie ad acquistare la struttura» si legge nell’interrogazione.
«Creando un cineteatro pubblico in città – continua Di Martino – dedicata agli artisti del teatro Stabiese, collegata al Museo Civico Stabiano, dedicando alle opere e alla memoria del teatro stabiese, del cinema e delle arti figurative. Da Raffaele e Luisella Viviani a Ruccello, passando per Vanni Baiano, Ciro Madonna, Lello Radice ed il compianto Italo Celoro che fece di questa battaglia un terreno di impegno nell’ultimo cammino della sua vita, nella raccolta della cinematografia sulla città, dei film prodotti da Montello ed infine la collocazione del museo del teatro di figura, delle guarattelle e dei Burattini della compagnia degli sbuffi e della Ipiemme».
Una proposta condivisibile. Per il momento il sindaco Gaetano Cimmino non si è ancora espresso. Ma la strada potrebbe essere perseguibile, magari attraverso la costituzione di una fondazione intitolata a Raffaele Viviani e Annibale Ruccello.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending