Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Covid: in Campania 1541 nuovi positivi. Il bollettino di oggi

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

L’Unita’ di crisi della regione Campania ha reso noto che i positivi del giorno sono 1.541 di cui 88 sintomatici, 1.453 asintomatici su 12.001 tamponi. Il totale dei positivi è 32.025 su 814.966 tamponi. Si registrano 6 decessi (tra il 20 e il 21 ottobre) e il numero sale a 551. I guariti del giorno sono 75 su un totale di 8.913. Questo il report dei posti letto Covid su base regionale: terapia intensiva complessivi: 227, occupati: 94, posti letto di degenza complessivi: 1.100, occupati: 1.037. Da domani sarà istituito il coprifuoco notturno sul territorio regionale fino al 13 novembre, sarà limitata la mobilità interprovinciale e si potrà uscire di casa dopo le 23 solo per precisi motivi compilando un’autocertificazione.
IN ITALIA. Secondo l’ultimo aggiornamento del ministero della Salute, nelle ultime 24 ore se ne sono registrati 16.079 in più (ieri erano stati +15.199) su un totale di 170.392 tamponi (ieri erano stati 177.848). In ben sei regioni si sono registrati piùdi mille nuovi casi: Lombardia (4.125), Piemonte (1.550), Campania (1,541), Veneto (1.325), Lazio (1.251) e Toscana (1.145). Cresce anche la pressione sulle strutture ospedaliere: i ricoverati in terapia intensiva sono ad oggi 992 (+66 rispetto a ieri), quelli ricoverati con sintomi 9.694 (+637). In isolamento domiciliare ci sono 158.616 pazienti (+13.157).

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending